.
contributo inviato da Marco.Bonfico il 30 ottobre 2012
LA PENSIONI AI GIOVANI
Tutto fumo e niente arrosto

Ma cosa vogliono questi giovani! Gli è stata data l'acqua e vogliono il pane.

Mentre le arpie siedono su sacchi d'oro del ladrocinio Leghista (Federalismo) e Berlusconiano (Lombardia e Lazio).

Gli industriali banchettano con i loro convegni e richieste assurde in un periodo recessivo sulla cassa da morto dello Stato.

La riforma Fornero è inutile in quanto è garantita la speranza di “morte”.

Nessuno è in grado di vedere l'ovvio?

Andiamo a chiarire la matassa in base al principio dei vasi comunicanti.

Il calcolo è semplice: con il sistema contributivo tutta la vita pagata con i contributi versati (pari a 40 anni) e sotto un solo datore di lavoro eroga il massimo del 30% dell'attuale pensione mensile.

Ma quando partiva questo sistema calcolandolo in base alla Legge n. 335/95? nel 2018.

Nell'arco delle legislature sono saltati i saldi netti degli obiettivi primari in quanto la legge n. 30/2004 integrata dalla legge 185/2010 “riforme lavoro” sono stati inseriti tutti lavori precari su più anni, quindi allungando il periodo minimo.

Non basta la legge n. 133/2008 “riforma Gelmini” ha introdotto un termine minimo scolastico per inserirsi nel mercato del lavoro “16 anni”.

Aggiungiamoci pure la recessione industriale dal 2000 e l'incentivazione (con i soldi dei contribuenti) dell'emigrazione industriale in altre nazioni.

Il quadro che ne viene fuori è devastante in quanto oltre l'allungamento dell'età anagrafica dovuto alla mancanza dei contributi versati (precariato) che è in atto dagli anni 90 del secolo scorso bisogna considerare l'abbattimento dei coefficienti di rivalutazione monetaria dei montanti economici maturati a far tempo dal 2013, questi dati portano in avanti la lancetta della maturazione dei diritti a prescindere della riforma di oltre 10 anni (67).

Dulcis in fundo dal 2013 è in vigore il calcolo contributivo (anticipo di 5 anni)

Meditate gente.

Basiano 30 ottobre 2012

Marco Bonfico
TAG:  AMBIENTE  LAVORO  PARTITO DEMOCRATICO  PD  CULTURA  DS  MARGHERITA  VELTRONI  DONNE  WALTER VELTRONI  PRIMARIE  PARTITODEMOCRATICO  SICUREZZA  FORMAZIONE POLITICA  ENTI LOCALI  LANUOVASTAGIONE  PDMARSICA  WALTERVELTRONI  UNIVERSITÀ E RICERCA  CURA E POLITICHE SOCIALI FINANZA  FAMIGLIA E POLITICHE SOCIALI  ENERGIA E MUTAMENTI CLIMATICI FAMIGLIA  PECONOMIA E FINANZE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork