.
contributo inviato da team_realacci il 26 ottobre 2012

Roma, 26 ottobre 2012


“Il forte sisma che questa notte ha fatto tremare il Pollino conferma l’assoluta necessità di occuparsi seriamente di prevenzione in un Paese dal territorio fragile come il nostro. Proprio per questo da tempo abbiamo chiesto di stabilizzare il credito di imposta del 55% per l’edilizia e di estenderlo anche al consolidamento antisismico del patrimonio edilizio esistente, nonché di rivedere il patto di stabilità per gli enti locali che hanno risorse da investire nella messa in sicurezza degli edifici pubblici, a partire dalle scuole e degli ospedali. Una via percorribile da subito per mettere al sicuro gran parte della popolazione, ma anche per rilanciare un'economia legata all'edilizia di qualità, attivare il sistema delle piccole e medie imprese e produrre un rilevante effetto sul terreno occupazionale”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando il terremoto registrato questa notte in Calabria e Basilicata.


Ufficio stampa On. Realacci

TAG:  BASILICATA  CALABRIA  TERREMOTO  INTERVENTI  PREVENZIONE  PATTO  POLLINO  STABILITÀ  EDILIZIA  SISMA  SCOSSA  55%  CONSOLIDAMENTO  ANTISISMICO  ANTISISMICI  ECO-BONUS 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork