.
contributo inviato da professional consumer il 15 ottobre 2012

 Monti chiama: “ln Italia bisogna mobilizzare tutte le energie per riprendere a crescere, nessuna esclusa''

Presenti!

Noi siamo quelli della spesa privata che fa il 60% del Pil; si, insomma le famiglie. Si insomma i consumatori che, con l'acquisto trasformano il valore delle merci in ricchezza, che consumandole le fanno riprodurre. Si, siamo quelli che danno continuità al ciclo economico, sostanza alla crescita.

Questo il nostro ruolo, per poterlo esercitare dobbiamo disporre di risorse di reddito sufficienti.

Lei Presidente dice pure:''In questa fase della vita italiana e' coesione la parola chiave''

Eggià, coesi, perchè “Il sistema industriale e' un patrimonio per il Paese''.

Noi di tutto punto, per sostenerlo, abbiamo speso più del reddito disponibile. Anzi abbiamo acquistato in sovrappiù per non svalutare la capacità produttiva di quel sistema: giustappunto coesione!

Non paghi, abbiamo assaltato le banche per avere credito per pagare il sovrappiù. A noi il debito, ai creditori il profitto. Se non è coesione questa!

Non è coesione dare focillo, con il prelievo fiscale sui redditi da lavoro, ad uno stato sprecone ed il rifocillo con l'iva che tassa la spesa?

Ma, porc...continua a calare la propensione al risparmio delle famiglie italiane. Siamo ai minimi storici. Nel secondo trimestre del 2012, misurata al netto della stagionalità, la propensione al risparmio è stata pari all'8,1%: il dato più basso almeno dal 1999.

Cacchio, solo nei primi sei mesi di quest'anno si registra un calo del potere d'acquisto su base annuale del 3,5%. In discesa anche il reddito disponibile dell'1% su base trimestrale e dell'1,5% su base annuale.

Se tanto mi dà tanto non saremo in grado di acquistare il prodotto dei Produttori, ahiloro; manco in grado di restituire il debito ai creditori che verranno screditati. Per le tasse, a Lei diremo pappappero!

Presidente Monti la prego, coesione si; se a senso unico però, viene giù tutto!

 

Mauro Artibani

Studioso dell’Economia dei Consumi

www.professionalconsumer.wordpress.com

 

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork