.
contributo inviato da Achille_Passoni il 5 ottobre 2012


Ieri il Senato ha dato l’ok alla Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza, documento che analizza la situazione economico-finanziaria in cui si trova il Paese e conferma il positivo processo di risanamento dei conti pubblici portato avanti negli ultimi mesi. Intanto, si può dire che un obiettivo è stato già raggiunto: nel 2012 il bilancio dello Stato chiuderà con un avanzo primario del 2,9% del PIL, e con un rapporto deficit-PIL inferiore al 3%.

Quest’ultimo in particolare è un risultato molto significativo, perchè permette all'Italia di uscire dalla procedura europea di disavanzo eccessivo che era stata aperta nei confronti del nostro Paese nel 2009. Ancor più rilevante è il fatto che saremo tra i pochissimi Paesi dell'area euro a non essere sottoposti per questo esercizio alla procedura di disavanzo. Si cominciano a vedere dunque i risultati positivi dell’azione del Governo sul fronte del risanamento delle finanze pubbliche: certo, i costi come sappiamo sono stati pesantissimi, portando a una contrazione del PIL dell'1% nel 2012 e dell'1% nel 2013, ma ciò è stato inevitabile per salvare il Paese dal dissesto economico.

Adesso, come il Partito Democratico ripete da tempo, possiamo e dobbiamo valorizzare questi risultati in sede europea e partecipare con un ruolo di primissimo piano alla definizione di nuove politiche di sviluppo, che possono essere realmente efficaci solo se adottate a livello continentale.

L'austerità, non va mai dimenticato, è un mezzo e non un fine: in una fase durissima come questa, in cui assistiamo ad un impoverimento generalizzato in particolare delle fasce medie e più deboli della popolazione, il risanamento, le riforme e la crescita devono marciare insieme, di pari passo. È il momento di introdurre politiche di lungo respiro che diano respiro all'economia e facciano ripartire l'Italia e l'Europa.
TAG:  UE  CRISI  DEBITO PUBBLICO  ECONOMIA  FINANZA  RIFORME  CRESCITA  RIGORE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork