.
contributo inviato da team_realacci il 2 ottobre 2012

Rapporto su qualita' urbana 2012; problemi a suolo


''Sono troppi i siti sensibili dal punto di vista dell'inquinamento'' e rimangono ancora ''problemi di consumo del suolo'', anche se c'e' meno spreco di acqua.

Questa la fotografia scatta dall'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) nel Rapporto sulla qualita' dell'ambiente urbano, edizione 2012, presentato oggi a Roma.

Nel documento vengono censiti 51 comuni capoluogo e si prende in considerazione anche la capacita' del sistema urbano di rispondere ai cambiamenti climatici.

Buone notizie arrivano dal settore acqua ''sia per la depurazione che per i consumi: nella maggior pare delle citta' i reflui'' sono dotati di depuratore per oltre il 90%. Il valore medio del consumo di acqua per uso domestico e' diminuito ''negli ultimi dieci anni di circa il 20%'' (66,7 metri cubi a testa). In Italia - spiega il Rapporto - ''si consumano giornalmente piu' di 100 ettari al giorno''. Un problema questo che si lega alle ''infrastrutture verdi'' e ''agli sprofondamenti nei centri urbani, fenomeno considerato in aumento: nel 2012, a Roma, se ne sono registrati 59 sprofondamenti''.

La qualita' dell'aria registra ''frequenti superamenti del valore del limite giornaliero consentito'' per le polveri sottili (pm-10), ''specie nel nord Italia''. Per quanto riguarda la mobilita' sostenibile il nostro paese rimane uno di quelli con il piu' alto tasso di auto pro capite (606 ogni 1.000 abitanti). Emerge pero' un aumento dell'offerta di trasporto pubblico, in particolare a Milano, e un incremento di piste ciclabili.

Infine, il Rapporto offre anche un quadro dei 57 siti di interesse nazionale, pari al 3% del territorio, che aspettano di essere bonificati; solo nove di essi hanno oltre il 50% di progetti di bonifica approvati.

Fonte: Ansa
2 ottobre 2012

TAG:  ISPRA  RAPPORTO  QUALITÀ  AMBIENTE  URBANO  SIN 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork