.
contributo inviato da baratt0907 il 2 ottobre 2012

IMU, ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF ED … EVASIONE



Il Consiglio Comunale di Pompiano nella seduta del 30 aprile u.s. ha deliberato di aumentare l'addizionale Irpef del 125% portandola dallo 0,20% allo 0,45%.

Alle rimostranze della Capogruppo della minoranza, Mariangela Ing. Marinoni, l'Assessore al Bilancio Dott.ssa Gabelli ha risposto che :



si è preferito incrementare l'addizionale comunale I.R.Pe.F., in quanto, essendo l'I.M.U. un'imposta patrimoniale, incide in modo indifferenziato su qualsiasi soggetto (disoccupato o titolare di reddito contenuto), mentre l'addizionale comunale incide sui redditi.



Apprezziamo la sensibilità dell'Assessore verso le fasce più deboli ma, a nostro sommesso parere, nutriamo seri dubbi sull'equità della scelta.

Dobbiamo innanzitutto “spiegare” la natura del provvedimento.

Il Comune di Pompiano, così si evince dal verbale, era costretto ad aumentare le imposte e aveva davanti tre scelte: ritoccare l'Imu, oppure l'addizionale Irpef, oppure tutte e due.



Ritoccare l'IMU significa aumentare la tassa sugli immobili, tenendo però ben presente che se trattasi di prima casa con le esenzioni previste in proposito, detta tassa è quasi irrisoria, mentre è ben più pesante se trattasi di altre abitazioni od immobili.



Ritoccare l'addizionale Irpef (l'aumento del 125% non è esattamente “un ritocco” ma “un furto”) significa aumentare le ritenute sulle pensioni e sugli stipendi.

Si deve precisare che sono esentati i redditi al di sotto di Euro 7.500 (le pensioni minime) mentre se si supera detta misura (cioè tutti, dai pensionati, operai in su) si dovrà pagare l'imposta sull'intero reddito.

Ebbene la nostra Amministrazione ha fatto questa scelta:

  • IMU aliquote di legge;

  • addizionale Irpef aumentata del 125%.



Ci spiace ma non conveniamo.

Vengono esentate solo le fasce debolissime al di sotto di 576 euro mensili (pensione minima) tutti gli altri sono costretti a pagare.

Inoltre pensiamo (siamo pompianesi...), un motivo della scelta è che viene trattenuta direttamente dalla pensione o stipendio e pertanto il cittadino manco se ne accorge; se dovesse invece fare il versamento sarebbe ben conscio del nuovo balzello; senza scordare che vedendosi decurtato lo stipendio imprecherà contro Mario (Monti), che stavolta non ha colpe, mentre in realtà è stato Serafino.

Non solo, ma mentre l’addizionale comunale Irpef viene incamerata per intero dal Comune, il gettito proveniente dall’IMU va ripartito tra Comune e Stato, in modo differente a seconda dell’immobile di riferimento. E questo è un altro motivo per cui i nostri “sceriffi di Nottingham” hanno preferito tosare i pompianesi ad esclusivo vantaggio delle casse comunali.

Vengono, come al solito, colpiti i percettori di reddito fisso e, dopo le esternazioni dell'assessore Comincini su L'Informatore di Pompiano, non ne avevamo dubbi. Insomma, le mani nelle tasche dei soliti noti e che per di più non ci possono scappare.

L'IMU, come ha affermato la Dott.ssa Gabelli, è un'imposta patrimoniale che incide su qualsiasi soggetto , anche su chi ha sempre evaso e soprattutto ha formato quel patrimonio con l'evasione e l'elusione.

Con questa scelta si premia, ancora una volta, chi fa il furbo: introita molto e denuncia poco.

La Dott.ssa Gabelli non può ignorare che la provincia di Brescia nello studio del SOLE/24ORE del 27 agosto (si veda ns. articolo del 23.9 sul sito www.partitodemocraticocircolopompiano.ilcannocchiale.it) è considerata la provincia del nord più a rischio di evasione;

non può ignorare, data la sua attività, che la nostra zona è famosa, tra l’altro, per le fatture false, presta-nome, lavoro in nero, ecc.

Pertanto se anziché aumentare l’addizionale comunale all’Irpef, applicassimo una piccola patrimoniale in aggiunta sugli immobili non sarebbe uno sproposito ma faremmo soltanto un primo passo verso l'equità fiscale.



Ottobre 2012



PARTITO DEMOCRATICO

Circolo di Pompiano



TAG:  SCELTE INFELICI DEL COMUNE DI POMPIANO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
14 novembre 2008
attivita' nel PDnetwork