.
contributo inviato da donato piccinino il 29 settembre 2012


Guardate questa foto: è la moglie del Presidente Napolitano, Clio, mentre è in fila alle Scuderie del Quirinale, per acquistare il biglietto per la mostra dedicata a Johannes Vermeer.

Adesso sta girando su molti siti d'informazione perchè è una "notizia".
Chiaramente rientra tra quelle classificabili come belle. Ma vorrei fosse considerata una cosa normale.
Perchè diciamolo che in questo Paese facciamo fatica a incrociare ogni giorno qualcosa che abbia il profumo della normalità tra corporazioni, cattive abitudini, soprusi e quel senso civico che non so quanto ci farebbe recuperare di credibilità e, forse, anche di PIL.
Sì, perchè dietro questi stili e queste cattive abitudini c'è il grande malanno della corruzione che succhia crescita, sviluppo ed equità.

Il cambiamento parte da noi. E noi cittadini del Sud possiamo fare molto, inziando dal non piangerci sempre addosso, chiedendo aiuti per oliare le ruote dei disservizi e far ingrassare sempre gli stessi.

Riscoprendo una nuova stagione dei doveri: curare una piazza, una semplice panchina, non buttando per strada i rifiuti è il nostro contributo per difendere il bene comune e risparmiare anche risorse.
Educandoci ad una normale concezione dei diritti: se manca l'illuminazione pubblica nella strada di casa mia non si risolve il problema chiedendo "il favore" al politico/amministratore di turno, ma segnalando una necessità che significa collaborazione e controllo.
Sono questi atteggiamenti, questi "approcci culturali" che dobbiamo modificare: l'idea che se posso approfittare dell'altro sono una persona "in gamba", l'idea che se posso raggirare lo "Stato" sono un "dritto", che chi paga le tasse è un "fesso".

Clio Napolitano ha fatto una cosa normale. Una foto che ci ripaga di quelle lordure che stiamo ascoltando e vedendo in questi giorni con tutti gli scandali che stanno emergendo.
Non siamo tutti uguali.

TAG:  ITALIA  STATO  CORRUZIONE  CLIO NAPOLITANO  NORMALE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork