.
contributo inviato da Achille_Passoni il 20 settembre 2012


È molto grave la decisione comunicata oggi dalla Beltrame al tavolo delle istituzioni e dei sindacati di chiudere lo stabilimento siderurgico di San Giovanni Valdarno. A distanza di un anno siamo tornati esattamente al punto di partenza con una situazione ancora più difficile e complicata di allora.

Per fugare il sospetto che l’atteggiamento dell’azienda in questo anno sia stato improntato al solo prendere tempo, c’è un solo modo: che la contrarietà delle istituzioni e dei sindacati ripetuta con forza nella riunione di oggi alla chiusura porti il Consiglio d’amministrazione dell’azienda ad un ripensamento vero, e che si avvii una discussione stringente sulla prospettiva produttiva e occupazionale dello stabilimento. Da questo punto di vista la richiesta del sindacato di portare la vertenza Beltrame al tavolo del ministero dello Sviluppo economico è assolutamente giusta e da sostenere.
TAG:  BELTRAME  TOSCANA  CRISI  LAVORO  TERRITORIO  DISOCCUPAZIONE  VALDARNO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork