.
contributo inviato da donato piccinino il 8 settembre 2012
Succede che giovedì prossimo finalmente si riunisce a Trinitapoli la Commissione Consigliare Cultura per doscutere dello schema di Regolamento per la valorizzazione del Museo e del Parco Archeologico degli Ipogei.

E la notizia qual è?
L'ennesimo ravvedimento operoso dell'Amministrazione di Feo che torna sui suoi passi dopo aver difeso a spada tratta il "piano di gestione" approvato in Giunta a febbraio scorso del tutto privo di qualsiasi valenza visto che tutti i Regolamenti devono essere approvati in Consiglio Comunale (cosa che non era accaduta).

Per ripristinare la "legittimità degli atti" presentammo, come gruppo del Partito Democratico, una mozione per revocare quella delibera. Senza un Regolamento è inutile parlare di inaugurazione, apertura Museo, ecc.

A chi sarà affidato? Chi ci lavorerà, quale personale? Che attività si potranno fare? Quali finalità? Quale il ruolo della Sovrintendenza? Come interagire con le associazioni culturali locali? Quale assetto finanziario e ordinamento contabile (con quali soldi si finanzia)? Come entra in relazione con il contesto territoriale?

Alcune domane che trovano risposta solo presiponendo "regole e indirizzi" e attraverso una discussione pubblica che la Commissione Consigliare è tenuta a fare senza ritrovarsi "la pappa pronta già preparata e servita".

Nella seduta del Consiglio Comunale del 17 maggio scorso venne presentata la nostra mozione. Non ci fu nessuna discussione degna di un confronto di merito, ma solo la difesa d'ufficio del super-assessore Giustino Tedesco (sindaco, assessore alla cultura, presidente della commissione cultura erano tutti presenti ma silenti!). Cosa disse Tedesco:

"...la Giunta Comunale ha ritenuto di dotarsi di uno schema che è ritenuto propedeutico a finanziamenti disponibili per migliorare le condizioni strutturali del museo che devono andare nella direzione di migliorare quindi la gestione e la futura fruizione dell’immobile"

e aggiunse

"...
la Giunta ha ritenuto, ovviamente, dotarsi di questo schema per poter successivamente poi, come è giusto che sia, arrivati i finanziamenti regionali, portare lo Statuto ed il Regolamento all’approvazione del Consiglio Comunale".

Nessuna legge parla di schemi propedeutici e men che meno tali schemi possono avere qualche legittimità. Tanto è vero che oggi, correttamente, si investe del punto la Commissione prima di approdare in Consiglio Comunale.
Si poteva fare a meno, tranquillamente, di perdere tempo e di seguire da subito l'iter corretto anche attraverso forme di partecipazione allargata.

Ma la fretta fai i figli ciechi. Non solo approvando uno schema adesso da cestinare (nel senso che che il percorso sarà ex novo) ma ricordo, nostro malgrado, che quel progetto, a cui bisognava allegare il Regolamento/Statuto del Museo (altro che schema), è stato candidato ad un bando publbico della Regione Puglia per gli enti locali che (al momento) risulta essere stato dichiarato inammissibile.

Speriamo che le rassicurazioni del super-assessore Tedesco trovino subito riscontri positivi sulla riammissione del progetto così saremo anche pronti a sostenerlo con un Regolamento discusso e approvato "secondo le regole".

Settembre, come si sa, un tempo , era il mese degli esami di riparazione.



TAG:  PD  MUSEO  MOZIONE  TRINITAPOLI  IPOGEI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 febbraio 2010
attivita' nel PDnetwork