.
contributo inviato da team_realacci il 9 agosto 2012

A Festambiente ne parlano Realacci, Cogliati Dezza, Clini, Rossi

Roma, 9 agosto 2012


“La Green Economy è una chiave straordinaria per affrontare la crisi e le sfide che abbiamo davanti, mobilitando le energie migliori del Paese per guardare al futuro. Per vincere la sfida, senza lasciare nessuno indietro, l’Italia deve puntare su innovazione, ricerca, qualità e green economy. Già oggi esiste un Paese che accetta la sfida e la collega alla forza del made in Italy, alla qualità, ai territori, alla coesione sociale. E’ la parte di Paese che scommette su innovazione e sostenibilità, creando occupazione. Un’Italia green che in Toscana trova uno dei suoi punti di forza. Come emerge dal Rapporto Green Italy 2011 di la Symbola e Unioncamere, infatti, la Toscana può contare su 26.140 imprese green che hanno già investito e investono in tecnologie e prodotti verdi, 1.410 delle quali in provincia di Grosseto. È questa la parte del Paese dalla quale prendere esempio per ripartire”, lo afferma Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente, che domani – venerdì 10 agosto - parteciperà all’incontro di apertura di Festambiente “Italia Green. Innovazione in chiave sostenibile per rilanciare il sistema Paese” insieme a Vittorio Cogliati Dezza, Presidente nazionale di Legambiente, Enrico Rossi, Presidente della Regione Toscana, e al ministro dell’Ambiente Corrado Clini.


Ufficio stampa On. Realacci

TAG:  FESTAMBIENTE  LEGAMBIENTE  GROSSETO  ENAOLI  GREEN ECONOMY  CRISI  FUTURO  RAPPORTO  GREEN ITALY  IMPRESE  GREEN 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork