.
contributo inviato da Achille_Passoni il 30 luglio 2012


Sono chiamati Neet, "Not in education employment or training" quei giovani che non studiano e non hanno un lavoro, una delle nuove figure emerse con più forza dalla crisi economica iniziata nel 2008. Un vocabolo al quale corrispondono tanti drammi individuali e familiari di chi non riesce a trovare un lavoro e dunque un reddito, si è scoraggiato e non vede alcun futuro davanti a sé, tanto che non cerca nemmeno più un'occupazione. In Provincia di Firenze negli ultimi tre anni sono 819 i giovani tra i 25 e 30 anni che hanno dichiarato la disoccupazione ai Centri per l'impiego. Da questo universo la Provincia ha estrapolato un campione di 200 tra ragazzi e ragazze per capire cosa abbiano fatto in questo triennio.

Quasi un terzo, 65 di loro, non ha avuto neppure un contratto di lavoro, 39 un solo contratto, 96 più di un contratto. Tra le 135 persone che hanno avuto almeno un contratto si contano in tutto 491 avviamenti, che in media significa 3,66 contratti a persona. Nel dettaglio, 227 sono i rapporti a tempo determinato, 103 quelli interinali a tempo determinato, 43 a progetto, soltanto 37 a tempo indeterminato.

Preoccupante il dato della durata dei contratti: per quanto riguarda quelli a tempo determinato, 169 hanno una durata compresa tra un giorno e un mese, 170 sono quelli tra 1 e 4 mesi, 108 più di 4 mesi.

In definitiva, rientrerebbero nella categoria dei Neet 17 persone su 200 pari quesi all'8,5% del campione, un dato più basso rispetto a quello nazionale ma non per questo da sottovalutare. Sono ancora molte le misure da prendere per contrastare il precariato, che oramai si presenta come una costante del mercato del lavoro a tutti i livelli e porta i giovani a scoraggiarsi, sino a rinunciare a cercare un'occupazione.
TAG:  NEET  GIOVANI  FIRENZE  LAVORO  OCCUPAZIONE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork