.
contributo inviato da nino55 il 5 giugno 2012

  In questo momento, per il PD è importante superare la fase discrimatoria, legata a chi tra i dirigenti conserva la cultura dell'egemonia, e della paura di perdere lo scettro per le decisioni importanti, quelle che in questo ventennio sono state alle base di una politica che non ha prodotto nessun effetto positivo sulla società civile,ma in compenso ha garantito ai parlamentari pd un ruolo comprimissorio nei confronti delle maggioranze di cdx.

Un ruolo che evidenzia "il baratto" tra le due sponde politiche e che a quanto sembra hanno voglia di continuare ad esercitare anche durante questa fase mandata avanti dal governo tecnocrate, ma che in effetti così facendo tutto si traduce in una ingovernabilità del parlamento.

Quindi, oggi come oggi esistono grandi difficoltà perchè avvenga un rinnovamento all'interno del PD.

Lo stesso rinnovamento e le stesse aperture alle altre anime che compongono il partito,che da tempo, anche chi scrive su queste pagine come frapem,seam,pasquino,alby, torquemada, grandmere,ardizzone,cristina,car me lo in cui abbiamo sempre creduto ed abbiamo sperato che si verificasse.

In questo momento,capire questo fondamentale passaggio da parte di Bersani e tutta la dirigenza PD sarebbe decisivo, non solo ci porterebbe  a vincere le prossime elezioni politiche,ma spazzerebbe via le formazioni le pseudo liste civiche che si vogliono organizzare,le quali tentaranno di prendere per il culo ancora una volta gli elettori.

Dico fermamente, uscite dal guado, abbiate fiducia, apritevi alla società civile, ci sono uomini e donne che sanno apportare quella giusta competenza per risolvere alcune nostre lacune, senza nulla togliere al vostro operato.

Al  prossimo appuntamento delle primarie si deve trovare lo spazio perchè avvenga questo rinnovamento,supportato da un confronto in tutte le sedi, provinciali, regionali, dove nonostante tutto lo stesso territorio potrà esprimere valide figure che vogliono il bene del paese, che sappiano attuare rapporto aggregante e mai disgregante e che sappiano accogliere le istanze che provengono dalla società civile, non per fare populismo, ma per MEGLIO INTEGRARLE IN UNA SANA POLITICA DI UNA BUONA AMMINISTRAZIONE e di DI RISPETTO DEI VALORI UMANI.

 

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di pasquino50 inviato il 5 giugno 2012

-Eppur si muove!...

Sembra assistere al tentativo di rimettere in moto "la macchina di Santa Rosa", costruita follemente ma consapevolmente portata a spalla dai facchini; le gambe su cui tutto si sorregge e cammina. Timorosi che l'enorme "icona" imploda nel procedere del movimento, coscienti però che non si potrà rimanere oltre immobili. I facchini ed i fedeli, staticamente estasiati dal lavoro dei tecnici, vogliono rischiare di vederla all'opera...questa grandiosa macchina!
Piuttosto che rimanerne schiacciati sotto...
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork