.
contributo inviato da cristinasemino il 11 maggio 2012

Ho conosciuto personalmente Paolo Putti, candidato sindaco di Genova, sconfittto al primo turno dal candidato della lista civica di destra Musso . L'ho ascoltato e ho valutato positivamente le sue proposte per la città. Mi è piaciuto molto il suo messaggio politico di cambiamento. Per chi non lo conosce, Putti è il candidato del movimento 5 stelle che a Genova ha ottenuto quasi il 14% dei voti (Musso il 15%) e per poco non è andato al ballottaggio con Marco Doria.

Sbaglia chi bolla i cosidetti "grilllini" come portatori di antipolitica o peggio li paragonano alla lega dell'inizio.

Il movimento 5 stelle è radicato tra i giovani, soprattutto quelli a cui nessuno da voce, ed è formato da tantissimi ragazzi/e in gamba. Hanno un progetto per l'Italia (che ho letto e trovato valido), non parlano di secessione ma di cambiare radicalmente questa classe politica fallita e di innovazioni a tutti i livelli.

Fuori l'IDV, che è un partito di proprietà esattamente come il pdl, e dentro i grillini, che invece non vedono in Grillo (che è e resta un comico) il leader massimo, ma il megafono per le loro idee, molte delle quali condivido.

Bene farebbe il PD a tenere in conto:questo movimento perchè con esso bisognerà dialogare da subito e trovare punti di condivisione.

 

TAG:  PUTTI  MOVIMENTO 5 STELLE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di maxo7533 inviato il 27 maggio 2012
Barnard, chi è?
In economia l'unica legge che esiste è 2+2=4, tutto il resto è fantasia.

Le cazzate che ha detto questo Barnard e il segretario di Rifondazione, fanno presa sulle menti deboli e riescono a manipolare la realtà, facendo vedere solo una parte della medaglia, nascondendo l'altra, cioè 2=4, non esiste.
commento di pasquino50 inviato il 27 maggio 2012
Per chi vuole capire, riflettere e cambiare.
Fate uno sforzo ulteriore di lettura di ciò che si denuncia ormai da tanto tempo e traetene le vostre conclusioni, Questi sono i "sani esercizi di democrazia".
"Culturalmente" prepararsi all'inevitabile "cambiamento epocale".

"Rai-choc: bugiardi e criminali, i mandanti di Monti ci odiano"

http://www.libreidee.org/2012/05/rai-choc-bugiardi-e-criminali-i-mandanti-di-monti-ci-odiano/

Buona lettura.
commento di viola16 inviato il 26 maggio 2012
Mi scuso,cari amici,se per partecipare uso le da me, tanto detestate citazioni,che fanno molto "facebookiano",ma mi manca proprio quello che e' la nostra piu' grande ricchezza:il tempo,e quello che dedico a questa pagina preferisco impiegarlo nel leggervi.
commento di viola16 inviato il 26 maggio 2012
x fabio
scusa se ti rispondo soltanto ora:non sei stato equivocato e il mio commento,caro fabio, non aveva alcun significato personale.

"Il denaro ed il potere sono trappole mortali
che per tanto,troppo tempo,han funzionato
ma non possiamo cadere,non vogliamo cadere piu' giu'
ma non vedete nel cielo quelle macchie di azzurro e di blu.

E' la pioggia che va
e ritorna il sereno
E' la pioggia che va...
E noi che stiamo correndo,avanzeremo di piu'..."

Quanti,di coloro,che condividevano con me,questi ideali,hanno smesso di correre,oppure correndo hanno preso la strada piu' frequentata?

commento di viola16 inviato il 26 maggio 2012
"Questa classe politica verra' spazzata via per indegnità,per raggiunti limiti di indegnità."
Erri De Luca

Che sia la semplicità,a essere la salvezza di questo mondo in cui ogni etica e' sospesa,violata,mistificata?
La forza della semplicita'.
commento di maxo7533 inviato il 25 maggio 2012
Cristianesimo spero tanto di sbagliarmi, molti sono in buona fede come te, ma alcuni segnali non mi convincono ed ho bisogno della riprova dare la mia fiducia, vedo che Santoro era uno entusista di Grillo ed oggi stà prendendo le distanze.
commento di fabio1963 inviato il 25 maggio 2012
A forza di vedere le vignette di Vauro, esse mi stanno influenzando!

 

commento di alby500 inviato il 24 maggio 2012
@ FABIO: AH ECCO SERVE UN BLOG NEL SITO,LE ALTRE MANOVRE LE CONOSCO...GRAZIE MILLE. :-)
commento di fabio1963 inviato il 24 maggio 2012
x albY istruzioni per mettere immagini nei commenti:

1) bisogna avere un blog nel sito "il cannocchiale";
2) nel blog clikkare "pubblica un nuovo post";
3) cercare in internet l'immagine da copiare, cliccarci col tasto destro e scegliere copia;
4) aprire l'editor html del blog e clikkarci facendo incolla;
5) una volta fatto compare un listato in html che bisogna copiare;
6) incollare il listato su di un commento e dopo aver premuto "pubblica" l'immagine verrà visualizzata!

Per mettere un'immagine propria o pubblicare un contributo con l'immagine è più complicato ma se qualcuno vuole glielo spiego.
commento di pasquino50 inviato il 24 maggio 2012
"Quindi bisogna allontanare da essa i loschi figuri che diminuiscono la fiducia dei cittadini nella politica!"

Ridare "voce decisionale" al "popolo elettore" sulle scelte politiche e sui "candidati" a tale scopo non dovrebbe essere il "male maggiore", spacciato come ricatto imposto dal contesto "politico e socio-economico". Anticipare tali scelte potrebbe essere il possibile motore del cambiamento auspicato, per una nuova "sovranità della politica" (e forse si eviterebbe anche il "ricercato" ingorgo istituzionale). Se le elezioni rimangono ancora l'ultimo spazio democratico per "gestire gli eventi epocali", non solo italiani, perchè protrarle in nome di un assestamento del "potere" che si vorrebbe modificare? Tanto i rapporti di forza saranno comunque rivisti e rivedibili. Aspettare sulla riva che passi il corpo del "nemico", può essere saggio, ma l'acqua che scorre e lo trasporta non sarà sempre la stessa, immobile.
commento di alby500 inviato il 24 maggio 2012
@fabio1963: se vuoi e puoi,mi spieghi come si fa per inserire foto qui come fai spesso tu? Grazie.
commento di fabio1963 inviato il 24 maggio 2012
Caro versoest quello che dici tu è vero: il populismo serve perché dimostra il malcontento popolare.

Però finora in Italia come dice sempre Di Pietro: "ha avuto l'utilità di mettere Dracula a dirigere l'emoteca."

Quindi significa che Mussolini, Berlusconi, Bossi ecc. ecc hanno saputo sfruttare bene la "corsa al centro", "l'effetto gregge", il "saltare sul carro del vincitore", e "intercettare le spinte estremiste".
commento di fabio1963 inviato il 24 maggio 2012
Volevo ringraziare Cristina e Pasquino x i bei link che avete messo:

da quello di Cristina ho messo la risposta del saggio.

da quelli di Pasquino che sono abbastanza impegnativi, devo dire che il successo per sconfiggere il populismo è vincere l'anti-politica e l'ignoranza.
Infatti nello studio in pdf che ha postato Pasquino questi sembrano i fattori preponderanti che hanno favorito Lega e berlusca.
Per vincere contro (dico contro perché questo è il PDnetwork) i grillini, dato che non sono ignoranti (hanno un alto livello di istruzione), bisogna giocare sul fatto di ritornare a considerare la politica come un qualcosa di utile e non demonizzarla. Quindi bisogna allontanare da essa i loschi figuri che diminuiscono la fiducia dei cittadini nella politica!
commento di versoest inviato il 24 maggio 2012
Caro Fabio, ci accomuna, insieme ai gatti e ai primati superiori, una buona dose di curiosità. Noi, ominini attuali, abbiamo evoluto la nostra curiosità fino alla ricerca della chiave di lettura dei fenomeni naturali e alcuni di noi, i più stralunati, li studiano con fervore.

Proprio perchè spesso stralunati si lasciano suggestionare dal convergere di alcuni dati parziali che sembrano poter incorniciare un'ipotesi elegante e risolutiva di un mistero naturale. Più spesso di quel che appare l'elegante costruzione intellettuale è costruita sull'argilla e crolla miseramente sulle sue fragili fondamenta.

Nell'epoca attuale, lontano dai luoghi dove l'informazione è potenzialmente paritaria, molti "stralunati" utilizzano i generosi spazi concessi dai media, in perenne e affannosa ricerca di ascolti, per propagare la loro verità a un pubblico che ha smarrito con il degrado culturale la capacità di critica. Hanno gioco facile tutti gli illusionisti del "sapere", spesso sono "insigni economisti" e preparatissimi "politologi", fidarsi ciecamente delle loro teorie può risultare pericoloso e dannoso.

Il populismo, espediente molto antico, ha il pregio, qualora non fosse una pura mistificazione, di porgere l'ascolto alle lamentazioni della gente che al posto delle belle teorie ascolta il brontolio della pancia quando è vuota.
commento di fabio1963 inviato il 24 maggio 2012
Parole di un saggio:
1. Credo che Grillo sia un sintomo, non certo la malattia. Per cambiare allegoria: penso che sia la sveglia, non la musica. Ci voleva? Sì, forse qualcuno a Roma s’è svegliato (non tutti)
2. La vittoria a Parma non è casuale. La città, ricca e civile, è stata squassata da un decennio di scandali e ruberie (talvolta per l’ignavia e la distrazione dei ricchi-e-civili in questione. Vero, signor R?).
3. Temo che i grillini offrano soluzioni parziali e talvolta semplicistiche a questioni complesse. Ora partono dai Comuni: utile banco di prova per loro e per tutto l’elettorato italiano.
4. Grillo e il Movimento 5 Stelle – l’ho scritto piú volte – segnalano un positivo ritorno della passione politica. Quella che il Pd non riesce a risvegliare, salvo eccezioni. E il Pdl legava solo a un uomo (sappiamo chi). E la Lega ha sepolto sotto una valanga di faldoni giudiziari.
5. Il passaggio da movimento a partito di governo (anche locale), da stato nascente a istituzione, è lo stesso che distingue innamoramento da matrimonio. Esperienza insegna che bisogna aspettare qualche tempo, prima di giudicare.
commento di cristinasemino inviato il 24 maggio 2012
http://italians.corriere.it/2012/05/23/solo-un-comico-urlatore/?fb_ref=.T71dUqBgNYQ.like&fb_source=timeline
commento di cristinasemino inviato il 23 maggio 2012
No maxo. Il movimento 5 stelle non ha vinto per i voti della destra, ma per i voti dei giovani indistintamente, molti dei quali aborriscono già la definizione di destra o sinistra, perchè la ritengono appartenere all'era paleozoica. I giovani vogliono un vento di cambiamento e votano per chi glielo propone. La mancanza di visione strategica del PD sta proprio in questo: non considerare il voto giovanile col giusto rispetto. Ma prima o dopo i nodi verranno al pettine.
commento di pasquino50 inviato il 23 maggio 2012
Caro Fabio, "il populismo è una degenerazione, una malattia della democrazia"
Proviamo così: "una democrazia malata degenera in populismo".
Se può farti piacere ti linko: http://www.sociologia.unimib.it/DATA/Insegnamenti/3_2242/materiale/democrazia%20e%20populismo.pdf.

Cmq non risolve il problema dell'ascolto delle "ragioni del popolo".

Per esempio: http://www.libreidee.org/2012/05/elezioni-da-dove-cominciare-a-cambiare-il-mondo/

Rompere schemi mentali è faticosissimo, quelli politicamente indotti ancora di più, quelli esistenziali tragici.
Ciao.
commento di fabio1963 inviato il 23 maggio 2012
x pasquino: il populismo è una degenerazione, una malattia della democrazia.
Ci sono degli scienziati che studiano le teorie per fregare le democrazie:
"corsa al centro", "l'effetto gregge",
"saltare sul carro del vincitore",
"intercettare le spinte estremiste".

  paradosso di Condorcetteorema di Arrow e teorema dell'elettore mediano).

commento di pasquino50 inviato il 23 maggio 2012
Caro Fabio tu descrivi il populismo sempre come "deriva" dimenticando che in letteratura, in sociologia, in filosofia e politica questo termine è stato largamente abusato nella definizione da chi non sa riconoscere la "ragione del popolo". O è "populismo" anche questo?
Se Grillo ha ragione di esistere come catalizzatore di forza ciò non toglie o aggiunge nulla al concetto di "movimento di popolo", semmai ne indica sommariamente il contenuto, che sembra sia essere quello che le vere trasformazioni o rivoluzioni, come fa piacere dire, avvengono dal basso. Quelle concepite e coniate dall'alto, assumono a volte caratteristiche di golpe, dittatura o regime di "riforma".Per questo, forse, Bersani si morderà la lingua nel dire di grillo che ora è un "capopartito", non volendo dire, politically incorrect, "capopopolo"...Il M5S credo se ne sbatta delle definizioni o giacchette da indossare, è altro; appare alternativo. Vedremo se si potrà togliere l'aggettivo "appare" e sostituirlo con "è". L'inizio sembra incoraggiante...in tal senso. E, se posso aggiungere, non mi sembra che oltretutto il M5S sia "fuori" dalla realtà italiana, europea, mondiale, visti i temi in cui si vuole cimentare, senza "programmi di 380 pagine di fuffa"...
commento di fabio1963 inviato il 23 maggio 2012
"Secondo alcune indiscrezioni il MoVimento 5 Stelle starebbe seriamente pensando ad un esperimento unico in Italia: la moneta locale, un sistema di scambio parallelo ed equo, utile ad aggirare il blocco creditizio e a risollevare il sistema economico-finanziario parmigiano."

da: http://diariodellacrisi-parma.blogautore.repubblica.it/2012/05/22/dal-toto-assessori-alla-moneta-locale-inizia-lera-grillina/?ref=HREC1-6

Secondo me hanno letto questo Pdnetwork quando parlavamo delle teorie di Gesell e Auriti (e ci stanno copiando).
commento di fabio1963 inviato il 23 maggio 2012
x viola: non vorrei che ci fosse un equivoco io non voglio difendere la casta dei politici, già 3 anni fa avevo scritto questo

 link



Il mio interesse è l'Italia, l'Europa e il pianeta Terra. Vorrei vedere quante persone hanno letto il programma di Grillo! Queste elezioni devono essere viste come un campanello di allarme: la deriva populistica si sta spostando dal berlusconismo al grillismo: in Italia ci sono persone che sono state capaci di dare il voto a Berlusconi x 20 anni! Questa volta sono rimasti ai BOX, le prossime politiche torneranno a votare, saranno capaci di eleggere qualsiasi marionetta ammaestrata messa lì a dire le cazzate che il "popolo d'Italia" vuol sentire!
commento di viola16 inviato il 22 maggio 2012
Non pensate che si sia alla resa dei conti?
A Parma e' gia' avvenuto

commento di viola16 inviato il 22 maggio 2012
Perche' continuare a prendersela con Grillo?
Non lui ha creato le condizioni perche' fosse votato.

Il sindaco di Genova e' stato eletto essendo votato da un cittadino su 4,spero che la sua amministrazione convinca quelli che si sono astenuti che, per lui,forse,valeva la pena recarsi alle urne.
commento di fabio1963 inviato il 22 maggio 2012
Rimetto la sintesi del programma del Movimento 5 Stelle di Grillo (comico)

http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf (tante belle cose ma non spiega come dare il "pane&figaxtutti").

Lotta ai monopoli
Lotta al capitalismo finanziario e delle multinazionali: riduzione stipendi manager
Propugnazione della class action e della proposta di legge collettiva
Limitazione del prelievo fiscale
Riduzione della presenza dello Stato nella vita sociale del paese
Ecologia + Internet + Energia pulita + Sussidio di disoccupazione per tutti
Riduzione numero mandati dei politici, rimozione dei politici condannati
Colpevole mancanza di un programma per l’industria manifatturiera e Antieuropeismo.
commento di maxo7533 inviato il 22 maggio 2012
Ho perso un pò di tempo ed ho letto le vostre considerazioni, la domanda è: ci credete alle cazzate che scrivete oppure non avendo voglia di pensare scrivete quello che vi viene in mente, senza riflettere?

Il PD non ha vinto le elezioni oppure non convince più gli elettori, ci vuole il liberismo, del capitalismo, dell'anacronismo, del papismo, dello psicoanalista.

Bersani è triste, mentre Berlusconi rideva sempre e ci ha portato alla fiera dell'est?

Avete letto i rapporto istat? il Sud è perso, da Roma in giù il 23% delle famiglie sono nella povertà, da Roma in sù 4,7%, quando un quarto della popolazione è nella merda, che voglia hai di ridere? quando viene fatto un attentato in una scuola di adolescienti, che voglia hai di ridere? quando nella tua Regione c'è stato un terremoto con 5.000 sfollati, che voglia hai di ridere? solo gli idioti ridono in queste occasioni.

Parliamo del M5S ha vinto a Parma con i voti della destra, non quella attuale che ha abbandonato il PDL e la Lega, ma gli elettori di destra, che rimasti orfani, si sono gettati sui Grillini, spero non col desiderio di non pagare le tasse, visto che Grillo ha considerato Equitalia una sanguisuga, anzi peggio della Mafia, non vorrei che abbandonando il nano, che diceva una pressione fiscale al 43% giustifica l'evasione (dimenticandosi di dire, che chi pagava il 43% non erano gli evasori, anzi questi pagavano il 65% di tasse, perchè dovevano coprire un evasione di 120 miliardi).
Non vorrei ritrovarmi con un'altro demagogo o populista, che pur di guadagnare voti strizza gli occhi agli evasori, vedremo subito con l'IMU come si comporta, chiederà l'esonero come gli altri comuni terremotati?
Non godete della vittoria dei grillini prima di averli messi alla prova, di cazzate ne hanno sparate tante, come Rifondazione, che vede la malattia, ma da la medicina sbagliata e il paziente muore.
commento di pasquino50 inviato il 22 maggio 2012
@Fabio
No: "vieta", differente per etimo da "obbliga".

Se nel 2012 il "centro-sinistra" (col trattino?) segue Giolitti, probabilmente come allora dovremo aspettarci il successore Calandra... :)
Sempre considerando che siamo nel 2012, Gramsci, almeno lui, sembra tornare in auge... :)
...vorrà pur dire qualcosa...
Ma, svincolandoci dal passato che tutto impronta, qual'è la realtà odierna?
Si "rivoluziona" col "pallottoliere" o con un cambio di "cultura"?
commento di fabio1963 inviato il 22 maggio 2012
x Pasquino: "Nessuno gli vieta di fare il "segretario" del pd se non il fatto stesso che creda nella sua "segreteria" (volevi dire: nessuno lo obbliga?).
----------------------
"un anacronistico modello "moderatamente riformista" poggiato sul deleterio "pensiero unico" fautore del liberismo scadente nell'anarcocapitalismo."
Considerato che siamo nel 2012 il centro-sinistra italiano segue Giolitti:
« Ho voluto che gli operai facessero da sè la loro esperienza, perché comprendessero che è un puro sogno voler far funzionare le officine senza l'apporto di capitali, senza tecnici e senza crediti bancari. Faranno la prova, vedranno che è un sogno, e ciò li guarirà da pericolose illusioni. »
--------------------------
Rifondazione Comunista segue Gramsci: « La classe operaia torinese ha già dimostrato di non essere uscita dalla lotta con la volontà spezzata, con la coscienza disfatta. Continuerà nella lotta: su due fronti. Lotta per la conquista del potere di Stato e del potere industriale; lotta per la conquista delle organizzazioni sindacali e per l'unità proletaria. »
commento di pasquino50 inviato il 22 maggio 2012
Nessuno gli vieta di fare il "segretario" del pd se non il fatto stesso che creda nella sua "segreteria", e se questa è debole è perchè è debole politicamente l'idea stessa del pd. Il sistema del consenso elettorale cede e crolla con "l'apparato politico" messo in piedi dai partiti a tutela del "sistema di potere consolidato", quello che ora mostra profonda crisi di sopravvivenza a se stesso... Qualcuno ridefinisce ciò come crisi epocale "globalizzata", ma forse è solo spasmo morente di un anacronistico modello "moderatamente riformista" poggiato sul deleterio "pensiero unico" fautore del liberismo scadente nell'anarcocapitalismo.
commento di frapem inviato il 22 maggio 2012
L'espressione corrucciata dimostra che suo malgrado sta dicendo delle cazzate, perchè vincere perdendo voti sulle macerie della democrazia non è una gran vittoria. Bersani è un debole, del resto avere alle spalle un'arpia come la bindi, e uomini di potere come marini, dalema ecc.ecc. non è facile per chiunque scrollarseli di dosso e dire pane a pane e vino a vino.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
22 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork