.
contributo inviato da generosobruno il 22 marzo 2012

 

“Il governo Monti, sulla riforma del mercato del lavoro, non può permettersi il no del Partito Democratico. E’ opportuno garantire un percorso parlamentare capace di accogliere emendamenti migliorativi al testo, recuperando, oltre che sull’articolo 18, soprattutto, sul tema della coesione sociale necessaria.
C’è bisogno, invece, di lavorare ai temi della tutela e dell’estensione dei diritti per i lavoratori precari e per quella fetta di lavoratori espulsi dai processi produttivi.
Questo governo non può consentirsi alcuna forzatura e non può scegliere, deliberatamente, di alimentare la conflittualità sociale nel Paese.
Non possiamo consentire che, come sta già accadendo in Irpina - l’assemblea alla Fma di Pratola Serra di ieri l’altro ne è un esempio – che si sommino alle insicurezze della fase sul futuro dello stabilimento Fiat la certezza di un peggioramento sul sistema delle regole e dei diritti. 
Quella sull’articolo 18, così come formulata dal governo Monti, non è una proposta che guarda al futuro. La monetizzazione di diritti di libertà e di dignità del lavoro non è materia per l’Italia di domani. E’ su questi temi che si delinea il profilo identitario e la missione di una forza politica che vuole insistere nel campo europeo dei progressisti. Sin qui, la linea del maggiore partito italiano del centrosinistra, anche dalla Conferenza nazionale di Genova, sui temi del lavoro, è stata espressa con chiarezza ma, se necessario, lo dico ai “liberal” del Pd, non mi spaventa – come prevede l’articolo 28 dello statuto - il ricorso al referendum tra gli iscritti. La questione sull’articolo 18 e sulla riforma del mercato del lavoro, la decidano gli iscritti. Vedremo, così, se certi mal di pancia dei mesi scorsi di taluni dirigenti nazionali passano”.
TAG:  LAVORO  PARTITO DEMOCRATICO  GOVERNO  PD  AVELLINO  FIAT  PIER LUIGI BERSANI  MARIO MONTI  RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO  IRPINIA  ARTICOLO 18  FMA  GENEROSO BRUNO  PRATOLA SERRA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork