.
contributo inviato da team_realacci il 20 marzo 2012
Il futuro dell’olivicoltura italiana è indissolubilmente legato al tema della qualità. Nel 2011 Coldiretti, Fondazione Symbola e Unaprol danno vita a “Geniusolei”, un’iniziativa finalizzata a costruire un’alleanza tra consumatori e produttori per difendere l’eccellenza del nostro patrimonio olivicolo nazionale e lanciare la sfida della qualità nel settore. Da qui l’idea di avanzare una proposta di legge “Norme per la qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini”, finalizzata a favorire la crescita delle produzioni di qualità nel settore olivicolo e a contrasta­re pratiche commerciali scorrette nell’ambito della filiera degli oli di oliva vergine. Un sistema di norme pensate a tutela dei consumatori e della reale concorrenza tra le imprese, in grado di preservare l’autenticità del prodotto, la veridicità della pro­venienza territoriale e la trasparenza delle informazioni, sia in etichetta che nell’ambito delle pratiche commerciali.

 
La proposta di legge viene presentata mercoledì 21 marzo 2011 alle 10.30 al Centro Congressi Rospigliosi di Roma, in Via XXIV Maggio 43.
Saranno presenti il presidente dell’Unaprol Massimo Gargano, il presidente di Symbola Ermete Realacci, il presidente di Federconsumatori Rosario Trefiletti e Maurizio Servili Ordinario dell’Università di Perugia, con le conclusioni affidate al presidente della Coldiretti Sergio Marini.
TAG:  OLIO  ITALIANO  PROPOSTA  LEGGE  TUTELA  MADE IN ITALY  QUALITÀ  FONDAZIONE  SYMBOLA  COLDIRETTI  UNAPROL  GENIUSOLEI  ROMA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork