.
contributo inviato da team_realacci il 15 marzo 2012

“E’ giusta e condivisibile la manifestazione di oggi della Coldiretti per la tutela del made in Italy in agricoltura e per contrastare le politiche dannose della Simest che di fatto favoriscono la contraffazione dei nostri prodotti tipici e la concorrenza sleale. E’ un tema sul quale ho presentato ben due interrogazioni parlamentari al precedente Governo e sul quale è necessario intervenire al più presto per evitare ulteriori danni alla nostra agricoltura di qualità”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD intervenendo al sit-in della Coldiretti oggi davanti a Montecitorio.

“In questo contesto”, prosegue Realacci “appaiono francamente sconcertanti e forvianti le dichiarazioni di oggi del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini di apertura nei confronti degli OGM, e che mescolano nello stesso discorso temi come la ricerca biomedica o le selezioni genetiche in agricoltura con il transgenico. E’ vero che molte dei prodotti agricoli che finiscono nelle nostre tavole sono varietà figlie di incroci e selezioni nei secoli e che la ricerca in campo agroalimentare è una strada da perseguire, ma altra cosa è aprire il fronte delle produzioni transgeniche che non hanno nulla a che fare con la qualità e la forze economica dei nostri prodotti agricoli”.
TAG:  OGM  TRANSGENICO  CLINI  AGROALIMENTARE   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork