.
contributo inviato da Achille_Passoni il 6 marzo 2012


Buone notizie dal fronte Sigma Tau. Il referendum tenutosi tra i lavoratori ha ratificato l’ipotesi di accordo sulle modalità di gestione della cassa integrazione straordinaria per crisi prevista ad oggi per circa 400 dipendenti. L'intesa era stata trovata qualche settimana fa da Filctem Cgil, Femca Cisl, Uilcem Uil, Failc Confail e dalla Rsu.

Il referendum ha visto la partecipazione di quasi 1200 dipendenti, e il 69,8% di essi si è dichiarato favorevole all’accordo: la Rsu ha dunque revocato gli scioperi e sospeso lo stato di agitazione. Si tratta di un importante risultato della lotta avviata da tempo da lavoratori e sindacati, portata avanti con una serie di scioperi e con un presidio costante davanti alla fabbrica, presidio che ho visitato qualche settimana fa su invito dei lavoratori, proprio alcuni giorni dopo la risposta del Governo alla mia interrogazione sulla vertenza.

Certo, le ombre sul futuro restano, in primis perché l’azienda continua a rifiutarsi di presentare al più presto un piano industriale serio - si parla addirittura di ottobre. Intanto però, i primi risultati della lotta sono arrivati. Bene così.
TAG:  SIGMA TAU  FARMACEUTICA  AZIENDA  IMPRESE  LAVORO  ECONOMIA  POMEZIA  VERTENZA  CRISI  SVILUPPO  SINDACATO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork