.
contributo inviato da nino55 il 6 marzo 2012

   Oggi si parla tanto del fallimento degli ideali, con superficialità e snobbismo, perchè le regole che essi implicano a volte si scontrano con i nostri stessi interessi personali.

Di fatto,il fallimento del mondo sindacale,della stessa politica, dei movimenti pacifisti ed ambientali,hanno avuto all'interno dell'organizzazione i contro altari, rappresentati da nuclei che non hanno avuto mai nulla da perdere, ma che hanno messo a dura prova la credibilità dei soggetti che chiamano in causa di volta in volta, valori come la libertà, la solidarietà, fratellanza, difesa del pianeta.Gli ultimi episodi dei movimenti anti TAV,a precindere dalle ragioni che possono essere giustificate, mi fanno riflettere sugli esiti ottenuti, dove si mettono in evidenza solo e soltanto i disagi procurati, con i vari blocchi stradali,e la presenza nelle manifestazioni dei black bloc.Simili conseguenze si sono avute alla scuola Diaz di Genova, dove gli stessi movimenti pacifisti sono stati trattati da terroristi.

Tutto ciò si è sempre verificato nell'ultimo cinquantennio, attraverso l'utilizzazione di sigle terroristiche come le BR per la demonizzazione della sinistra e di ordine nuovo per ciò che riguarda la destra,scaricando su questi settori ideologici e politici le colpe di attentati e disagio sociale.

Ritengo, che non sia soltanto compito della Magistratura di riuscire a fare luce sulle vicende che hanno coinvolto spregiudicatamente la nostra esistenza, ma è anche responsabilità forse più ardua da parte del nostro movimento di c.sinistra di adottare comportamenti di maturità sociale, tenendo conto che l'identità di sinistra è stata stravolta nella forma e nella sostanza.

L'Italia quindi, come tutto l'occidente, non ha bisogno di guide dittatoriali ma di nuovi riferimenti anche ideologici, per non affossare nella melma del materialismo, dove il dio denaro la fà da padrone e a cui purtroppo anche la sinistra deve partecipare per non rimanere fuori.

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork