.
contributo inviato da frapem il 19 febbraio 2012

Non si va al tavolo delle trattative senza cifre alla mano e senza serie idee di rinnovamento, lasciandosi mettere all'angolo con il falso problema dell'articolo diciotto.

I sindacati sono nati per difendere i lavoratori produttivi, non i colletti bianchi, e non per mettere il suo sigillo sulle corporazioni. i lavoratori produttivi sono ridotti allo strenuo, bassi salari, precarietà,  e mortalità. Mentre in alto loco si va a zonzo con le auto blu, si hanno redditi stratosferici, la politica si costruisce palazzi del potere sempre più belli, spreca miliardi e miliardi di euro. Un usciere del palazzo guadagna 8mila euro al mese, il personale delle province e delle prefetture si gira i pollici quando non fa danni, I partiti politici investo i soldi degli lettori all'estero. La giustizia ostacola le imprese, idem la burocrazia.

E allora il governo faccia per decreto un ripulisti generale, e con le risorse si crei lavoro., A questo punto l'articolo diciotto, che ai lavoratori seri non interessa, glielo regaliamo.

 

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di frapem inviato il 23 febbraio 2012
Il comandante dei carabinieri guadagna seicentomila euro l'anno, un carabiniere in strada circa 25mila, come è stato possibile un divario così disumano? Ed è solo un esempio. Bisogna attaccare il PD perchè si faccia portavoce della massa di incazzati senza colore politico, stufa di questo andazzo, naturalmente compresa l'ici per la chiesa. Vogliamo riforme vere. Democrazia diretta, strumenti di controllo, ricambio certo della classe dirigente in tutte le cariche elettive. Un solo ufficio stipendi per tutti gli addetti al pubblico impiego statale, comunale e regionale, ovviamente le province e le prefetture vanno abolite subito.
commento di pinocc inviato il 23 febbraio 2012
comunque sia i taxisti sono stai salvati dalla liberalizzazione lasciando che a decidere siano i comuni, ovvero il governo se ne lava le mani delle licenze;
e per quanto riguarda l'ICI alla chiesa ancora niente, il partito trasversale baciapile in questo parlamento ha di nuovo fatto centro;

mobilitiamoci per far pagare le tasse alla chiesa, alle prossime elezioni ne proprio collegio richiedere un canddato che voglia far pagare la chiesa cattolica, se non niente voto;
perchè bersani non minaccia di non dare l'appoggio al governo se non viene introdotto l'ici alla chiesa ?
è incredibile, che miopia, troppi baciapile nel PD, così non si può andare avanti
commento di pinocc inviato il 23 febbraio 2012
comunque sia i taxisti sono stai salvati dalla liberalizzazione lasciando che a decidere siano i comuni, ovvero il governo se ne lava le mani delle licenze;
e per quanto riguarda l'ICI alla chiesa ancora niente, il partito trasversale baciapile in questo parlamento ha di nuovo fatto centro;

mobilitiamoci per far pagare le tasse alla chiesa, alle prossime elezioni ne proprio collegio richiedere un canddato che voglia far pagare la chiesa cattolica, se non niente voto;
perchè bersani non minaccia di non dare l'appoggio al governo se non viene introdotto l'ici alla chiesa ?
è incredibile, che miopia, troppi baciapile nel PD, così non si può andare avanti
commento di seamusbl inviato il 22 febbraio 2012
Comrade Eastbound sulla grande DC sei approssimativo come al solito.

"Se è vero che il dopoguerra hanno portato momenti di crescita economica,"

Ma tutti hanno avuto una crescita dopo il piano Marshall e i timori del comunismo, c'era si' da ricostruire, ma l'italia ha fatto un balzo in avanti spettacolare, e' diventata una potenza industriale da paese del terzo mondo.

"la Dc che ha dimostrato di contenere un assortimento umano precursore per affinità di potere all'oligarchia"

E' falso, i grandi democriatiani avevano il senso dello stato, conoscevano il mondo e il capitalismo e in senso pasoliniano rispettavano anche la massa di cani. E rivendicavano e volevano esercitare il potere effettivo, con grande scorno dell'oligarchia (che non vuole democrazia sostanziale ma partiti ridotti a cartelli elettorialistici manipolabili a piacere). Questo il punto cruciale di conflitto. E per esercitare il potere politico ci vuole una struttura.
Per questo e' venuto il colpo di stato contro la DC.
commento di seamusbl inviato il 22 febbraio 2012
Dear comrade Eastbound ti ringrazio delle osservazioni, ma per certi versi sono io a stupirmi della mancanza di intendimento generale, della percezione che stare in questo euro significa suicidarsi. Il disastro e suicidio sono garantiti e arriveranno. Percio’ chiunque abbia un poco di buon senso dovrebbe pensare all’uscita. Non e’ possibile che quelli del PD non se ne rendano conto e continuino nelle loro fantasie e menzogne. (E a appoggiare un governo asinino nazifascista che risponde all germania e all’oligarchia).
I tassi sulla disoccupazione sono completamente taroccati, probabilmente si e’ al 30%
L’attuale governo asinino nazifascista risponde alla culona inchiavabile e alla confindustria tedesca, ha penalizzato il mercato interno e la decimazione delle imprese sara’ progressiva e inarrestabile. (Le liberalizzazioni come si vede fumogeni per inculare la massa di cani).
L’obiettivo del governo asinino nazifascista e’ svendere l’italia e consegnare la massa di schiavi senza alcuna tutela alla culona inchiavabile e ai satrapi improduttivi nazionali, (che amano le renditer parassitarie burocratiche in euro) e rendere terzo mondo l’Italia.
L’uscita dall’euro fa recuperare sovranita’ monetaria e politica. E vi sara’ una svalutazione in linea con i differenzali di inflazione del decennio. Nulla di apocalittico. E non e’ che saltino le relazioni comerciali e i mercati, le imprese riprenderanno a produrre e esportare. Anche gli automatismi inerziali che facilitano l’inflazione in pratica sono gia’ stati eliminati.
Non dovrebbe essere il tempo di coltivare dubbi, o si sceglie di andare al suicidio, svendersi alla germania e ridursi a terzo mondo o si esce dall’euro.
Take care always and God save italy.
commento di versoest inviato il 22 febbraio 2012
Con tutta la buona volontà e la curiosità di comprendere e immaginare la via d'uscita tracciata dal fratello privilegiato Seam ho i miei limiti per riuscirci.

Far fallire l'euro per scompaginare la testa di ponte oligarchica incistata nell'Europa appoggiata dalla quinta colonna Tedesco-Francese e spalleggiata ora da Monti, può indubbiamente servire a sconvolgere i rapporti di forza esistenti e preparare il terreno per nuovi protagonisti. Purtroppo lo sconvolgimento avrebbe conseguenze disastrose e i primi a pagarne le conseguenze saremmo noi poveri cani, l'obiezione di Seam già la conosco ed è che tanto il progetto è quello di rendere schiavi nella miseria i suddetti cani.

Se è vero che i dopoguerra hanno portato momenti di crescita economica, di solito ciò è avvenuto per levare le macerie, seppellire i morti e ricostruire il distrutto.

Altro limite è quello di non riuscire a considerare "grande", se non nello spirito originario, la Dc che ha dimostrato di contenere un assortimento umano precursore per affinità di potere all'oligarchia che attualmente spadroneggia nel mondo. Insomma ognuno ha i suoi limiti.
commento di seamusbl inviato il 22 febbraio 2012
"Seam pensa che sia l'uscita dall'euro, io credo invece che un nuovo modello del sistema politico, la cui conquista sicuramente non sarà una passeggiata"

comrade sconclusionato antitracotanzabidellare dadaista Frapem tu rispolveri persino un pagliaccio, incompetente e prenditore per il culo della massa di cani come Diliberto che ha solo avuto una preoccupazione, come i vari comunisti doc, riempirsi i portafogli e obbedire all'oligarchia.

Con tutti i difetti del sindacato occorre stare con chi difende l'art. 18.
L'oligarchia e' ben compatta mentre la massa di cani la si vuole frammentata.

La confindustria nazionale (quella che ha ancora interessi in italia, piccole medie imprese) dovrebbe studiare di piu' quello che scrivo (invece di pagare milioni a somari e idioti come hanno fatto) e rendersi conto che l'attuale governo risponde a un'altra confindustria e a un altro paese. Non a caso l'incompetente supremo vorrebbe tornare con un suo tirapiedi, loro sono internazionalisti e darebbero una mano alla schiavizzazione.

Non esiste nessun modello politico nel vuoto, dietro vi sono interessi e anche se sei un apprendista stregone della politica dovresti cercare di capirlo.
Nei movimenti occorre poi porre dei contenuti (come fa compattamente l'oligarchia) secondo un ordine gerarchico e al primo posto oggi vi e' l'uscita dall'euro, che e' un suicidio politico economico, tutta la media impresa nazionale sara' suicidata o svenduta all'estoro. Cosi' come la massa di cani sara' schiavizzata.
commento di frapem inviato il 22 febbraio 2012
E' una tua idea caro Maxo non mia.
Io sono abituato a fare pilizia in casa mia, non in casa d'altri. E questa classe sindacale è fallita.
commento di frapem inviato il 22 febbraio 2012
Anzitutto un saluto ai piccioncini, Pas e Franci..

Ieri a 8,e mezzo Diliberto, che non è certo sulle mie psizioni, riconosceva che il vecchio modelle conflittuale è fintito, e che la sisistra deve capire, in sintesi qual'è il suo nemico.

Seam pensa che sia l'uscita dall'euro, io credo invece che un nuovo modello del sistema politico, la cui conquista sicuramente non sarà una passeggiata, possa essere l'inizio di un nuovo cammino.
Chi ha altre idee le esprima con umiltà altrimenti si taccia.
commento di maxo7533 inviato il 22 febbraio 2012
I lavoratori si liberino del trio Cammusso, Bonanni, Angeletti, li ha immiseriti, hanno arricchito solo se stessi.

Ed abbraccino Bombasei e Marchionne, che si sono sacrificati per il bene dell'Italia e dei lavoratori.
commento di pasquino50 inviato il 22 febbraio 2012
@Franci
Ciao,vedrai che le innumerevoli strade al fine si ricongiungeranno per chi ha volontà, buone gambe e buone idee per percorrerle.
:)
commento di franci53 inviato il 21 febbraio 2012
@ PASQUINO

.........scusa ho confuso le mail: pensasogni@gmail.com
ciao
commento di franci53 inviato il 21 febbraio 2012
caro Pasquino siamo come cinesi catapultati in Russia, impossibile capirsi.
In ogni caso ti ringrazio per i versi di Neruda (meraviglia!), nel lasciarti
in questo mondo del 'Pd', oltre a salutarti ti lascio la mia mail , se avessi
bisogno di una spalla amica............
pensasogni@gmail.it

buona fortuna !
commento di nino55 inviato il 21 febbraio 2012
Scusa frapem,ma devo relazionarmi con l'amico dei cornuti.
Caro sea, hai citato il post dedicato alla corruzione,non conosco questo E.Spitzer e tanto meno ho voglia di saperne di più.In Italia, le chiacchiere sono sempre valide e vanno a zero cents, e quando c'è da fare sul serio,tutti ci squagliamo come neve al sole.Non capisco dove sta l'incertezza di una sinistra apatica verso la magistratura, ho trovato in queste pagine poco sostegno all'azione dei magistrati, ho trovato tanto strafottenza verso chi rischia la sua vita ed invece è in questo settore che bisogna battere i pugni. C'è una magistratura isolata e facilmente attaccabile dalle pseudo riforme che vogliono fare i politici e poter avere più libertà di fare i porci comodi loro.Ci vorrebbero 10, 100 grattieri per intenderci e risolvere i veri drammi degli intrecci mafia/ corruzione, e stai sicuro che a cominciare dai politici in malafede, cambierebbero mestiere.
commento di alby500 inviato il 21 febbraio 2012
da un po non guardo più programmi leggeri e comici,mi diverto troppo a leggere i commenti qui. :-)
commento di frapem inviato il 21 febbraio 2012
Forse molti non lo sanno che..

NAPOLITANO CONTESTATO IN SARDEGNA. LA GENTE COMINCIA A CAPIRE CHE IL MARCIO E' NEL SISTEMA CHE LUI CERCA INUTILEMNTE DI RENDERE CREDIBILE. DISPIACE, PERCHE', A SUO MODO CONVINTO DI ESSERE NEL GIUSTO, E' UNA BRAVA PERSONA, MA IL DIVARIO TRA RICCHI, SPRECONI, PRIVILEGIATI E POVERI ORMAI E' AL LIMITE DELLA SOPPORTAZIONE.
commento di frapem inviato il 21 febbraio 2012
Seam: Il recupero delle risorse puo' avvenire solo se il potere politico va in mani diverse, diverse dagli asini ladroni dell'oligarchia e del governo asinino nazifascista.

E come riusciamo a cambiare la classe politica se non abbiamo gli strumenti democratici necessari? Se abbiamo gli strumenti possiamo pensare che l'elettorato ci ascolti, altrimenti saranno solo discorsi per pochi intimi.

Pensiamo a criticare il PD per la riformicchia che sta mettendo in campo con il pdl e udc.
commento di viola16 inviato il 21 febbraio 2012
L'intervento di Seam
"Se il PD continua a raccontare balle e a....."
lo sottoscrivo totalmente.
Chi sono coloro che, su questo network, non sono d'accordo?
commento di seamusbl inviato il 21 febbraio 2012
"ora più che mai i sindacati sono ostinati nella loro rigidità, in nome di una tutela e di una garanzia che al giorn o d'oggi non sono più così scontate poichè lo stesso mercato globale"

oh comrade supersconclusionata Paola tu hai proprio pochissime idee e quelle pochissime superconfuse. Come direbbe mio fratello figlio unico tu non sai quello che dici, ne' quello che fai, consolati che il regno dei cieli non ti e' precluso, ma evita di contribuire a fare della terra un inferno.

Ti hanno messo nella testa l'idiozia del mercato globale, che e' stata la storiella per metterlo in culo ai lavoratori, usare schiavi in asia o est europa e vendere a credito ai disgraziati disoccupati sottopagati occidentali.
Ma questa non e' legge divina ne' norma imposta da mio freatello figlio unico, e le cose possono cambiare, si dovrebbe pero' capire che i criminali dell'oligarchia hanno operato una guerra totale contro il resto della popolazione e lavoratori, usando ogni tipo di giustificazione alla quale solo i rincoglioniti e poveri di spirito possono credere.

Piu' che mai e' necessario unirsi attorno al sindacato e alla sua ostinatissima resistenza per l'art 18 contro i criminali e delinquenti che vogliono trasformare l'italia in terzo mondo e gli italiani in schiavi degli stranieri.
E si deve sperare che nel PD qualcuno si svegli e si accorga di quello che e' successo e cessi di raccontare balle.
take care and maybe do more sex and write less.
commento di seamusbl inviato il 21 febbraio 2012
comrade sconclusionato antitracotanzabidellare dadaista Frapem, si e' perso molto perche' i sindacati hanno (sempre) fatto da mera cinghia di trasmissione, cosi' i partiti di "sinistra" (cavalli di troia neoliberali e dell'oligarchia contro la grande DC).

Se il PD continua a raccontare balle e a ciucciare il cazzo dell'oligarchia si perde su tutto il fronte e si va al suicidio politico economico.
Se invece si realizza un cambiamento di atteggiamento e sorge il desiderio di fondare un effettivo partito popolare (si cessa di raccontare balle) e di rivendicare il potere sulla base dei voti ricevuti e della rappresentanza della massa di cani le cose possono cambiare.

Non a caso il bollettino delle troie ha mandato in avanscoperta il cialtrone somaro e imbecille (pseudo)comrade Veltroni, un buono a nulla che si e' fatto i soldi per essere maggiordomo, per tentare di inibire, abortire ogni comparsa di mutamento di atteggiamento e far fuori comrade fierezza fascista fratecipolla mancato Bersani.

Gli idioti ex DC che nella DC erano solo teste di cazzo senza alcun futuro dovrebbero essere caccaiti e cosi' i lapalissiani cicucciatori di cazzo dell'oligarchia, non portano nessun voto e solo vogliono creare confusione.
Il recupero delle risorse puo' avvenire solo se il potere politico va in mani diverse, diverse dagli asini ladroni dell'oligarchia e del governo asinino nazifascista.
commento di paola71 inviato il 21 febbraio 2012
@ franci53
Ma io non sto affatto mettendo in discussione l'utilità del Sindacato e le sue storiche conquiste avvenute in questi decenni, ma il fatto che a priori dicono no a qualsiasi proposta venga messa sul tavolo da parte del Governo, anche di questo che mi sembra più savio dei precedenti. Tranquillo (o tranquilla), l'art. 18 non verrà abolito, (almeno così auspico), ma stà tranquillo/a che certe conquiste da parte dei sindacati hanno regalato qualcosa a certi lavoratori, togliendo le medesime possibilità ad altri, e parlo riferendomi al personale ata del mondo della scuola.
Il mio parere si riferiva anche al fatto che ora più che mai i sindacati sono ostinati nella loro rigidità, in nome di una tutela e di una garanzia che al giorn o d'oggi non sono più così scontate poichè lo stesso mercato globale non sà più che farsene della rigidità a spese effettivamente dei lavoratori che nel corso degli anni hanno perso quella sicurezza che prima garantivano il posto a vita nella medesima azienda, (pubblica o privata che fosse), fino al raggiungimento della pensione che ora non è più così certa e raggiungibile.
commento di frapem inviato il 21 febbraio 2012
Rinunceremo all'articolo 18, come abbiamo rinunciato ad una proposta più umana sulle pensione, e in cambio non otterremo nulla; questo portano la divisione, e le posizioni avventuristiche, che guardino all'argentina o alla nordcorea poco importa. Il recupero delle risorse sprecate nella gestione dello stato è essenziale per qualunque progetto di crescita, di equità, di modernizzazione. Se non capite questo è inutile parlare.
commento di seamusbl inviato il 21 febbraio 2012
Intanto che il nostro comrade purezza pura Nino- re dei cornuti (in senso buono e senza offesa per lui e i cornuti)- va dietro alla storia della corruzione (e siccome non conosce E. Spitzer non puo' sapere dove siano i veri criminali mafiosi),

un titolo di dagospia illustra il livello di delinquenza e nazifascismo a cui si e' arrivati:

1- "NON SONO L'UOMO DELLE BANCHE", ASSICURA RE GIORGIO NAPOLITANO, CONTESTATO IN SARDEGNA. HA RAGIONE LUI. C'E' UNA BELLA DIFFERENZA TRA ESSERE L'UOMO DELLE BANCHE E NOMINARE L'UOMO DELLE BANCHE. ANZI, GLI UOMINI DELLE BANCHE - 2- POI CI SONO LE DONNE DELLE BANCHE. IERI L’INCANTEVOLE SIGNORA ROBERTA FURCOLO, EX DIRIGENTE DI INTESA E MOGLIE DI NAGEL, IL CAPOCCIONE DI UN POTERE DA NULLA COME MEDIOBANCA, HA CHIESTO A MONTI: "QUANDO ATTACCHERETE LA CASTA?" - 3- ORMAI SIAMO AL PAROSSISMO FINALE: LA SIGNORA NAGEL CHE SE LA PRENDE CON LA CASTA (IL PD LA CANDIDERA' SICURO). FORSE I GIORNALISTI CON IL CERVELLO ALL'AMMASSO, ESCLUSI QUELLI CHE ALMENO SULLA CASTA CI HANNO FATTO SOLDI A PALATE IN LIBRERIA, DOVREBBERO COMINCIARE A RIFLETTERE SU COLORO AI QUALI STANNO PORTANDO ACQUA CON QUESTA GIGANTESCA PRESA PER IL CULO DELLA "CASTA"
commento di seamusbl inviato il 21 febbraio 2012
"i lavoratori produttivi sono ridotti allo strenuo, bassi salari, precarietà, e mortalità. Mentre in alto loco si va a zonzo con le auto blu, si hanno redditi stratosferici,"

comrade sconclusionato antitracotanzabidellare dadaista Frapem anche se individui un problema reale spari (sciocchezze) nella direzione sbagliata.
I lavoratori porduttivi (tra cui gli immigrati status a cui saranno ridotti gli italiani) servono per foraggiare le potenti burocrazie pubbliche e private improduttive e parassitarie, le quali hanno in mano il governo asinino nazifascista incompetente dell'asino.
L'entrata nell'euro e' stata una forma per cominciare a ridurre in schiavitu' i lavoratori e adesso con l'abolizione dell'art. 18 si da il segnale della loro retrocessione a schiavi, utili per generare moneta per l'oligarchia o da eliminare. I sindacati hanno solo fatto da cinghia di trasmissione.

Con il tuo dadaismo e fantasie credi che una qualche incosistente e senza fondate analisi protesta possa smuovere il governo nazifascista e il potere dell'oligarchia: l'asse oligarchia, governo asinino nazifascsita, grandi organi di disinformazione, via metodi di goebbels-come gia' percepiva A. Moro- e' ben solido e adesso vincente su tutto il fronte. Prendono pure per il culo sorridendo e impunemente.
Solo l'uscita dall'euro impedisce il suicidio della massa di cani, che saranno programmaticamente ridotti a schiavi dei tedeschi e dell'oligarchia di satrapi nazionali che funzioneranno da proconsoli locali.

Le tue pseudoprposte sono folcloriche e si ritorcono contro.
commento di cristinasemino inviato il 21 febbraio 2012
Il numero degli iscritti è sempre stato in crescita, la petizione non serviva più perchè è stata sostituita dall'evento fissato per il 16 giugno a Roma.
Mi piacerebbe che questo network avesse lo stesso numero di aderenti effettivi, come ha il nostro....
commento di pasquino50 inviato il 21 febbraio 2012
@cri
Quindi il numero d'iscritti decresce, la petizione annullata ma l'evento va a gonfie vele!?
Accidenti in perfetta linea con il pd!
@fra
Manicheismo? Ma ti rileggi quando scrivi? L'ovvio e il ritrito è il tuo "bagaglio culturale", ad avercelo.
Io non mi fiderei neanche a farti portare a spasso un innocente cane, fidato amico dell'uomo capace di amare senza essere ricambiato, perchè non sapresti distinguere con quale mano reggere il guinzaglio. Personalmente il cane lo preferisco libero da guinzagli e tenerlo vicino a me solo per reciproca fiducia. Se è gradito il fischio di richiamo torna, altrimenti si allontanerà sempre più, non riconoscendolo....con le conseguenze del caso.
commento di cristinasemino inviato il 21 febbraio 2012
No, sei rimasto indietro Pasquino. Gruppo = 2271 iscritti. Petizione = annullata. Evento = a gonfie vele.
Ciao!! IN PIAZZA SOLO PER CAMBIARE L'ITALIA
commento di frapem inviato il 21 febbraio 2012
Dietro questi discorsetti tristi e disfattisti, di pas e fr, si nasconde il solito e deleterio manicheismo della sinistra più ottusa e sterile: il male tutto a destra, il bene tutto a sinistra, ma i fatti dimostrano che non è così: il male e il bene sono trasversali, e questa classe politica ha fatto solo del male al proprio popolo, e ne farà ancora.
commento di pasquino50 inviato il 20 febbraio 2012
@ Frapem,
ragguagliaci circa la raccolta firme della petizione: "In piazza solo per cambiare l'italia"...quota 87 fra parenti e amici?

Sempre per il calcolo dei quattro gatti e con il pensiero,il tuo, che le "minoranze" non possono dettare ordini alla "maggioranza".

Poi quando scoprirai, da solo se ce la farai, che non è questione di "numeri" ma di "qualità"... capirai anche di "democrazia"...e forse di "scioperi"
(Nel tuo caso a scioperare è l'attitudine alla politica, quella vera...torna a scribbacchiare nello studiolo paterno, è meglio)
commento di pasquino50 inviato il 20 febbraio 2012
Franci,è encomiabile la pazienza, che è trama su cui disegnare pensieri e progetti,ma credo che tutto poi debba avere limite.Tentare al ragionamento proficuo chi fa e continua a fare oculata dissimulazione sbandierando idee e proponimenti di progresso democratico su temi quale quello del diritto umano all'esistenza coniugandola al "lavoro" è, direbbe l'altro virulento seam, come "tentar di lavare la testa all'asino"..la risposta sono solo calci indistinti. E pochè gli asini ora si ergono, con fraudolenza, a cultori di liberalità moderna e progressista, il conto è fatto. Si tirino le somme. Il pd nasce e si abbevera sulla dualità contemporanea se può coesistere e collaborare una destra liberista conservatrice e retrograda con una destra liberale pseudoriformista. La scelta insomma e tra due destre, rifiutando l'idea che "altro" è la sinistra.Sarà pure ridondante la differenza che proclama Bersani dal "di dentro" il pd, ma rimane prigioniero nella sua stessa "culla di pensiero".Appare ormai chiaro a chi vuole intendere che la sinistra è fuori da quei angusti parametri di via del Nazareno.Sapranno gli elettori di pensiero e vocazione di sinistra comprenderlo in tempo utile? Io dico di si, i segni ci sono. Basta vedere la crisi isterica di cui è preda un frapem o un versoest o similitudine,entrambi da rispettare per il principio che l'espressione all'idea è pane di libertà,ma che costretti a scegliere fanno la fine dell'asino di buridano. Morto di fame e di sete.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
28 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork