.
contributo inviato da car me lo il 6 febbraio 2012

 Le ministre vivono in un pianeta davvero bellissimo. Nel loro pianeta i giovani non hanno un posto fisso ma cercano di volta in volta un lavoro che li gratifica sempre di più. Pensate che vanno in Banca e subito ottengono facilmente un mutuo, a volte se sono fortunati anche a fondo perduto. Poi che scocciatura stare vicino a mammina e papino via se ne vanno lontano fanno, nella loro vita da perenni fortunati precari, il giro del loro pianeta almeno 20 volte e si fermano, di volta in volta, trovando subito lavoro dove li aggrada stare.

Il pianeta dove vivono i nostri Ministri è davvero un bel Pianeta. Tutti si permettono il lusso di mandare i figli a studiare nelle lontane e migliore scuole di specializzazione.

Loro hanno come metro di misura il loro conto in banca e i loro figli che sicuramente viaggiano tanto, Loro se lo possono facilmente permettere.

Ma i figli della maggioranza degli italiani, poveri terrestri, non possono permettersi nemmeno le gite fuori porta, Questi ministri o non si rendono conto di quello che dicono o riflettono il metro delle loro possibilita come se fossero il metro di tutti gli italiani.

Forse Chi ci governa non conosce a fondo la situazione delle famiglie italiane e pensa e agisce come agisce in casa propria dove i figli studiano in America e ogni dove. Loro se lo possono permettere.

Forse il PD dovrebbe stare più attento e  più dalla parte di chi arranca  e meno dalla parte di chi il sociale forse non lo considera più di tanto. Forse non è proprio questa la politica a cui il PD possa dar credito. Sarebbe meglio che chi ci guidasse ALMENO TENTASSE DI FARE LE STESSE COSE MA CON PIU' INTERESSE PER IL SOCIALE E MENO CON LA FREDDA FINANZA ECONOMICA.

 

TAG:  "LA POLITICA" "IL LAVORO" "I GIOVANI" 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di car me lo inviato il 8 febbraio 2012
Leggo su notizie virgilio.it: ... "Mia figlia è in grado di difendersi da sola e ne ha tutti i mezzi". Così il ministro del Welfare, Elsa Fornero, ha risposto alle polemiche che hanno visto coinvolta la figlia Silvia Deaglio, che lavora nella stessa università in cui insegnano i genitori.
I Ministri Professori hanno i figli professori che lavorano presso gli stessi istituti dove insegnano. I figli dei Ministri, certo saranno pur bravissimi, ma loro non hanno avuto bisogno di andare lontano da mamma e papà per trovare lavoro.
Il loro posto se ne hanno solo uno è, chissà come mai, fisso.
A me dispiace scrivere queste cose, perchè oggi è sempre meglio di come era prima l'altro governo, ma questi se le tirano. Aristrocazia poco illuminata e irresponsabile, invece di utilizzare il loro tempo prezioso, per esempio, ad incidere sugli sprechi della politica per risparmiare miliardi di Euro, ci dicono che i nostri figli non hanno voglia di fare un ca..o. Certo è che, pur se Professori, non hanno la capacità di vedere al di là del loro naso.
Certo è che, con queste forze, la politica di meglio non sa fare e non sa dire. Ora si sta aprendo una nuova fase di dialogo, ....ODDIO....., tra PDL e PD. Il PD non scherzi con il fuoco. Il signor Berlusconi aspira nonostante tutto alla carica più alta di questo povero stato. IL PD NON SCHERZI.
Si faccia una nuova legge elettorale, vada il partito con una sua e che sia UNA proposta e ci porti al più presto alle elezioni.
commento di car me lo inviato il 7 febbraio 2012
Nel loro pianeta è tutto una meraviglia, i giovani partono e trovano, oltre il lavoro, alloggi a prezzi stracciati, condizioni agevolate per piantare tenda e formare famiglia. Il tutto agevolato dai governi in carica. A proposito nel pianeta dei Ministri la politica è fatta solo per gli interessi dei cittadini e i politici non sono mai gli stessi, una legislatura e via riprendono a fare la loro attività da cittadini normali. I bilanci dei partiti sono pubblici e nessuno ha mai rubato un Euro. Le banche si autofinanziano attraverso un sistema di mercato ideale non hanno bisogno che i governi in carica li agevolano. La criminalità non esiste e ognuno è libero di intraprendere qualsivoglia attività.
Ecco perché questi signori e signore si domandano il perché qui da noi è tutto diverso.
O forse conoscono poco la nostra realtà perché chiusi nel loro mondo di aristocratici poco illuminati.
Invece di creare le condizioni necessarie, avendo gli strumenti, al cambiamento attraverso una trasformazione sociale e solidale questi ci raccontano di fare come se fossimo nel paese di Bengodi.
E pensare che fino a qualche giorno fa' pensavamo tutti che è un peccato che i giovani migliori se ne stanno andando via in cerca di lavoro, lasciando il vuoto di tutte quelle risorse umane necessarie alla crescita dei vari territori. Oggi al contrario ci dicono di partire. Ma perché fino ad ora che si è fatto, non si è sempre partiti in cerca di lavoro? Sono anni e anni che siamo, specialmente al sud tutti emigranti. Ogni famiglia che io conosco almeno uno di loro ha preso le valigie ed è andato via.




informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
29 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork