.
contributo inviato da versoest il 3 febbraio 2012

Prima dello scoppio della seconda guerra mondiale le potenze europee che si confrontavano con la Germania nazista si chiedevano se valesse la pena morire per Varsavia, sappiamo come è finita.

Pare accertato che l'Iran sia in grado di completare e mettere in rampa di lancio una decina di testate nucleari.

Queste notizie stanno allarmando tutto il mondo, Russia e Cina hanno grandi interessi economici con l'Iran e forniscono la tecnologia necessaria in barba a ogni enbargo o risoluzione delle Nazioni Unite.

Il vero bersaglio degli Ayatollah è Israele, poter raggiungere il territorio israeliano con armi di distruzione di massa comporterebbe la possibilità di un ricatto inacettabile sia per TelAviv che per Wahsington.

Abilmente l'Iran è riuscito a tergiversare tra commissioni di controllo e raggiri diplomatici fino a essere pronto a usare le sue armi.

Potremmo pensare che è assurdo solo immaginare un conflitto nucleare sull'altra sponda del nostro mare, purtroppo non è così, in Iran è in corso da tempo una guerra interna tra estremisti fanatici ai massimi livelli di potere di quello Stato. La prova di forza è lo strumento che sono pronti a utilizzare per aggiudicarsi la posta in gioco: il  potere assoluto. Il fanatismo e la sete di potere offuscano ogni intelligenza o buon senso. 

Chi poteva immaginare l'immane sciagura conseguente all'invasione della Polonia? una eventuale guerra nel golfo può scatenare una reazione a catena devastante , la cosa peggiore è che sembra inevitabile perchè, come detto, è inaccettabile per Israele. 

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di seamusbl inviato il 7 febbraio 2012
comrade Eastbound dopo Iraq, Libia e' il turno dell'Iran, anche se per la Cina sarebbe un maggiore problema.
Di fatto gli attacchi terroristici in iran sono gia' condotti.

mainstream narrative is as phony as a three dollar bill.
dont let u be fooled.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
28 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork