.
contributo inviato da frapem il 1 febbraio 2012

Non c'è crescita, dato l'enorme debito pubblico,  se non si azzera l'apparato dello stato a partire dal parlamento inutile, dannoso, affollato e superpagato. Ma tuttavia quella spesa sarebbe il minimo in confronto al sottogoverno e sottobosco dove si sono creati numerosi e costosi posti per i trombati dagli elettori. E poi bisogna razioanlizzare i ministeri, e poi abolire gli enti inutili, province e prefetture e numerosi enti che occupano interi palazzi per non fare nulla. Per non parlare delle regioni, gli enti locali la spesa sanitaria, i costi dell'INPS ecc.ecc.

Sono in questi comparti da cui possono venire ingenti risorse per lo svuluppo. Ma, date le connivenze,  e le commistioni tra i vari livelli politici e settori dell'economia che vivono a spese dello stato, non permetteranno mai un ripulisti di tale portata. A parte l'inculata vera a pensionati e pensionandi, il governo Monti può fare solo maquillage. Mentre la sinistra estrema gioca alla guerriglia con le forze dell'ordine con argomenti di nessun interesse nazionale dalla tav, alle banche, E IL PD è impelagato nel sistema, fino all'orlo.

 

TAG:   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di frapem inviato il 2 febbraio 2012
La continua apparizione in tv di Monti e i suoi ministri, e l'infelice battuta di oggi sulla monotonia del posto fisso, dimostra che Monti ha esaurito il suo compito, tutto al più darà un nuovo contentino alla confidustria con la riformicchia del lavoro. Poi si lascerà risucchiare e consumare dal circo che gira attorno al sistema. Dunque l'unica soluzione è la dittatura.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
28 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork