.
contributo inviato da sostly il 26 gennaio 2012
La prima giunta del Sindaco Concina ben rappresentava, attraverso i suoi esponenti, le liste che i cittadini orvietani avevano votato permettendogli di andare al governo della città. In particolare Rosmini (254 voti, primo nella lista di Orvieto Libera), Sciarra (236 voti, secondo nella lista di Orvieto Libera) e Zazzaretta (180 voti, secondo nella lista del PDL) erano stati tra i primi eletti nelle proprie liste di appartenenza; Barberani (95 voti) e Calcagni (63 voti), oltre che candidati e portatori di consenso, rappresentavano, invece, i veri artefici e promotori iniziali della candidatura Concina.
Tutti questi, ora, non ci sono più. L’Assessore Calcagni lasciò denunciando: “…Aumenti e tagli con una città che è sporca, piena di buche con l'erba alta che ne fa da padrona….”, “….La giunta e' divisa da sempre e certamente non per mie responsabilita'…..”, “….lascio la politica a chi è più navigato di me, a chi sono quarant'anni che la fa….”, era l’ottobre del 2010 da allora non ha smesso di denunciare inciuci, mancanza di contenuti politici, conflitti di interessi e ricerca e attaccamento alle poltrone, bilanci da apprendisti stregoni e chi più ne ha più ne metta.

L’Assessore Barberani giustificò le proprie dimissioni non riconoscendosi più “..nelle dinamiche politiche e organizzative in atto da tempo, in netta contraddizione con il progetto che aveva portato il Sindaco Concina alla vittoria elettorale…”, siamo al febbraio 2011 e le accuse riguardarono anche la capacità gestionale: “Sul piano amministrativo la compagine assessorile è, nei fatti, da tempo esautorata dalle scelte di governo, sistematicamente elaborate in altri consessi e con altri soggetti al di fuori di quelli legittimamente preposti allo scopo..”; le scelte, denunciava ancora, erano finalizzate soltanto alla ricerca di un “…effimero consenso numerico”.
Arriviamo poi a giugno 2011 le dimissioni dell’Assessore Sciarra rappresentarono il grande rebus, prima date poi ritirate, congelate e scongelate, un teatrino andato avanti per quasi un anno e che ancora oggi non ha avuto spiegazioni da colui che, entrato nella compagine governativa dopo aver “sparigliato le bocce”, rappresentava l’esperto che doveva dare nuovo respiro al turismo e alla cultura orvietana.
Stesso valzer si è ripetuto con l’Assessore Rosmini che ha però chiarito le motivazioni della sua decisione con l’impossibilità, più volte riscontrata, di svolgere la propria attività nel perseguimento delle finalità e del programma che aveva rappresentato la filosofia originaria della costituzione dell'Associazione “Orvieto Libera” e del suo intervento politico.
Infine siamo alle dimissioni dell’Assessore Zazzaretta; già un anno fa privato di alcune deleghe, tra cui il patrimonio, Concina disse che servivano capacità “finanziare” per poterla trattare, e oggi, dopo quasi otto anni di attività amministrativa nel Comune di Orvieto, si scopre stanco e “…di non essere forse all'altezza della situazione…”
In soldoni queste persone che rappresentavano 828 cittadini, oltre il 6% dei votanti, hanno voltato le spalle a Concina e alla sua maggioranza. Tanto basta per porre la domanda: chi rappresenta oggi il Sindaco Concina?
Sicuramente non più la maggioranza degli orvietani; forse soltanto gli interessi, di una parte del centrosinistra, rappresentata da esperti di transumanza trasformista e di chi, in attesa di investiture dall’alto, conferma l’incapacità a costruire una vera e valida alternativa di governo.

Di certo, per rimanere sul tema, ironicamente e inopportunamente sollevato dal Sindaco Concina, la nave è chiaramente alla deriva, priva di timoniere e di governo. Il codice della navigazione prevede in questo caso che coloro che ritrovino l’imbarcazione possono esercitare, su questa, anche diritti di proprietà.
È arrivato il momento che gente di buone idee e lungimirante prospettiva riprenda il governo di questa città e tracci una rotta sicura e ambiziosa.


TAG:  CONCINA  ORVIETO  CITTÀ  GOVERNO  AMMINISTRAZIONE  GIUNTA  DIMISSIONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork