.
contributo inviato da CARMEN2009 il 17 gennaio 2012
Buon 2012 a tutti voi che seguite il blog, si, sono un pò in ritardo con i tempi ... ma ... come si dice: meglio tardi che mai. E poi, diciamoci la verità, questo 2012 è stato un pò depauperato tra profezie Maya e crisi economica che alla fine avevamo anche paura di festeggiarlo. Comunque sia, per la fine del mondo dobbiamo aspettare Dicembre, mentre la crisi economica la stiamo vivendo giorno per giorno, e, già a fine 2011, il caro Monti con la banda dei tecnici ha fatto scendere la sua scure sui nostri medi redditi con la promessa di una nuova manovra "Cresce Italia".
L'anno che si è appena concluso è stato frenetico e convulso, molte manifestazioni si sono susseguite nei vari continenti chiedendo maggiori libertà da poteri autarchici o da poteri finanziari. Tunisia ed Egitto iniziano quel movimento di protesta che prenderà il nome di primavera araba, in entrambi i Paesi si manifesta e protesta contro un governo assolutista e, spesso, despota. La protesta, supportata dai social network, raggiunge presto i Paesi vicini, Libia, Siria. Il 20 Marzo il colonello Muammar Gheddafi viene ucciso dei ribelli libici,aiutati dai Paesi occidentali, Francia in prima fila.
Quest'anno passato che contempla la fine del capo di Al Qaeda Osama bin Laden, ucciso dalle forze USA nella tranquilla cittadina di Abbottabad, la fine della guerra in Iraq. L'addio definitivo al nucleare per l'Italia, e sicuramente un ripensamento da parte degli altri Paesi. Fukushima ha riaperto le ferite delle centrali nucleari, di come smantellarle e dove depositarne il loro materiale radiottivo. Il termine della carriera governativa di Fidel Castro a Cuba e di Silvio Berlusconi in Italia.
Venti di cambiamento giungono dalle comunali di Napoli e Milano che hanno visto vincere al ballottagio,rispettivamente,i candidati Luigi de Magistris e Giuliano Pisapia. Innovazione al Cern di Ginevra: la materia - con i neutrini - può superare la velocità della luce. La rete ed i social network organizzano gli indignatos, che, seppur per motivi differenti, scendono in tutte le piazze del mondo per manifestare contro il potere finanziario e le lobby che stanno uccidendo le libertà ed i diritti acquisiti da buona parte dei cittadini: non è possibile che il 4% della popolazione detenga la ricchezza mondiale.
Ed infine un ricordo speciale va alla cantante Amy Winehouse, al visionario Steve Jobs, al sorridente Marco Simoncelli ed a tutti quelli che hanno abbandonato questa nostra piccola realtà.
Mi auguro che il 2012 riesca a portare a maturazione tutti i semi di rivolta che hanno scosso il mondo. Un nuovo modo di vedere le cose e delle nuove idee da implementare per rendere il mondo più pulito.
Buon 2012

TAG:  BERLUSCONI  AMY WINEHOUSE  MAYA  FIDEL CASTRO  STEVE JOBS  OSAMA BIN LADEN  MONTI  2012  MARCO SIMONCELLI  2011  MUAMMAR GHEDDAFI  PRIMAVERA ARABA  FUKUSHIMA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork