.
contributo inviato da fabio1963 il 19 dicembre 2011

 

TAG:  DUELLO  BERLUSCONI  MONTI  TAGLIO  SPINA  GOVERNO  FREQUENZE TV  GARA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di fabio1963 inviato il 20 dicembre 2011
Monti forse potrà in parte riabilitarsi nella misura in cui romperà il sedere alle lobbies e alle classi privilegiate. Alla fine del suo governo andremo a misurare con il calibro.... i rispettivi sederi, poi daremo un giudizio politico sul suo governo. Solo così si può esprimere un parere oggettivo, la destra ha solo venduto fumo! E' accaduto il paradosso che mentre all'inizio dei primi parlamenti post-medievali si votava in base al censo, adesso invece si è arrivati al punto che la destra è stata eletta dagli evasori fiscali! (se non fosse antidemocratico, sarebbe da togliere il voto a chi dichiara sotto una certa cifra per 2 legislature, fino a quando non si sistema il Paese, in modo da neutralizzare parassiti ed evasori).
commento di maxo7533 inviato il 20 dicembre 2011
La destra in 10 anni non ha fatto una riforma, parlano male della Camusso, perchè non vuole la riforma dell'art.18, quante Camusso ci sono in Italia?

Le liberalizzazioni, i monopoli, i conflitti di interesse, non sono stati nemmeno intaccati, quando Bersani si provò a liberalizzare i tassisti, la destra si ribellò facendo le barricate in parlamento, poi parlano male dei Sindacati.
commento di fabio1963 inviato il 20 dicembre 2011
Sono d'accordo, non si può fare una manovra da 30 miliardi ogni 3 mesi! Occorre fare delle riforme che vadano a regime correggendo i difetti cronici degli italiani, in modo che si possa far conto su un gettito tributario costante per sempre. Tali riforme, se tale gettito verrà consolidato, consentiranno di ridurre le tasse ai lavoratori dipendenti e pensionati:
1) lotta contro la corruzione (70 miliardi l'anno);
2) lotta contro l'evasione fiscale (120 miliardi l'anno);
3) lotta contro le mafie ( 100 miliardi l'anno);
Sembrerebbe che 15 milioni di persone abbiano una dichiarazione dei redditi "tabula rasa", queste persone bisognerebbe setacciarle tutte. Poi si può cercare di rompere il sedere ai privilegiati (abolizione delle province, riduzione del personale delle ASL non a contatto col paziente, riduzione della metà di coloro che vivono di politica - 1.300.000- praticamente 1 famiglia su 20 vive di politica). Dopo si può andare alle elezioni.
commento di maxo7533 inviato il 20 dicembre 2011
dopo aver approvato la manovra i mercati non saranno aggressivi come prima e daranno il tempo ad un rinnuovo del Parlamento, l'unica incognita è l'ingovernabilità, che dalle elezioni non esca nessuna maggioranza.

Una cosa è certa, le liberalizzazioni e i privilegi della casta sono stati bocciati, sè non vennisse fatta la riforma fiscale, insieme alle liberalizzazioni, frà qualche mese serve un'altra manovra, poi chi gli tiene i mercati? il PD, sarebbe disposto ad un'altro prelievo forzoso sempre ai soliti?
Allora chiarire subito per decreto : frequenze TV, liberalizzazioni,lotta all'evasione. Altrimenti uscire dal Governo subito.
commento di fabio1963 inviato il 20 dicembre 2011
Sì, però hanno detto che se stacca la spina Bersani, si andrebbe alle elezioni con una tempesta economica in corso e si perderebbe la possibilità di fronteggiare gli attacchi degli speculatori per parecchi mesi, con disastro economico dell'Italia e dell'Europa. Probabilmente Napolitano ha fatto una "moral suasion" a Pier Luigi!
commento di maxo7533 inviato il 20 dicembre 2011
Moltissimi non saranno rieletti e staccare la spina per non essere rieletto, con i parlamentari che pensano solo ai cazzi suoi, (come abbiamo visto su La7) è un pò difficile pilotarli, pagare la liquidazione a 180 parlamentari è dura pure per Berlusconi.

L'unico che può staccare la spina è Bersani, guadagna frà 100 e i 150 parlamentari, quelli fuori non aspettano altro.
commento di fabio1963 inviato il 20 dicembre 2011
Avevo letto da qualche parte che la sopravvivenza del governo era affidata a questi 2 limiti cronologici futuri:

1) approvare o non approvare legge elettorale prima del referendum;
2) raggiungimento dei parlamentari del diritto alla pensione.

Queste 2 variabili sarebbero più importanti della stessa influenza del berlusca.
commento di maxo7533 inviato il 20 dicembre 2011
Ma Berlusconi ha ancora il controllo del PDL?
commento di fabio1963 inviato il 20 dicembre 2011
Si ringrazia UBER per l'ispirazione datami da una sua vecchia vignetta.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
25 gennaio 2010
attivita' nel PDnetwork