.
contributo inviato da Achille_Passoni il 15 dicembre 2011


I Nuovi Cantieri Navali Apuani sono un centro produttivo essenziale per il territorio di Massa Carrara che occupa oggi 150 lavoratori diretti e quasi il doppio nell’indotto. Lo stabilimento tuttavia è a rischio chiusura: ho presentato un’interrogazione chiedendo al Governo la convocazione di un tavolo di discussione nazionale con la proprietà e le rappresentanze dei lavoratori per delineare eventuali strategie di salvataggio e rilancio della produzione.

La chiusura dello stabilimento di Massa andrebbe infatti ad aggravare di ulteriori costi sociali una provincia che sta subendo pesantemente gli effetti della deindustrializzazione prodotti dalla crisi. Nca ha ancora in produzione la nave delle Ferrovie dello Stato commissionata un anno fa; tuttavia, a partire da marzo 2012, gran parte dei lavoratori torneranno in regime di cassa integrazione in deroga, dato che sono già stati esauriti gli altri strumenti di ammortizzazione sociale.

In un recente incontro con le RSU, l'Amministratore delegato di Nca ha comunicato che si allontana anche la possibilità che venga confermata la costruzione di una nave gemella prevista in precedenza, e che la crisi finanziaria e la concorrenza internazionale non lasciano molte prospettive di ottenere nuove commesse: i lavoratori stanno vivendo dunque in una condizione di insopportabile precarietà e assenza di prospettive per il loro futuro. Serve al più presto un intervento da parte del Governo, staremo a vedere.  
TAG:  EATON  MASSA  LAVORATORI  SINDACATO  TOSCANA  OCCUPAZIONE  LAVORO  NCA  CANTIERI  INTERROGAZIONE  SVILUPPO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork