.
contributo inviato da Achille_Passoni il 1 dicembre 2011


La Toscana è all’avanguardia per la costituzione di reti di imprese, un fenomeno innovativo e intelligente che consente di combattere la crisi unendo le forze e le conoscenze delle piccole imprese. La nascita di nuove reti si sta diffondendo a macchia d’olio in regione e promette di farlo ancora di più, grazie al protocollo d’intesa siglato nei giorni scorsi da Confindustria Firenze e Legacoop Toscana. Proprio la Toscana infatti è insieme all’Emilia Romagna la regione che ha il maggior numero di aziende coinvolte in contratti di rete (142), mentre Lucca primeggia in Italia tra le province (59 imprese).

I due enti firmatari dell’intesa intendono mettere al centro del loro nuovo sistema di relazioni e azioni comuni la nascita e lo sviluppo di nuove reti d’impresa, promuovendo una tipologia di contratto che lascia ampia libertà nello stabilire i contenuti della collaborazione e assicura alle imprese l’agevolazione fiscale della sospensione di imposta (Irpef e Ires con esclusione dell’Irap) applicata agli utili d’esercizio destinati al fondo comune patrimoniale. I due enti si sono impegnati a promuovere reti nel manifatturiero, nell’agroindustria, nella logistica, nelle energie rinnovabili e nelle costruzioni.

Le reti peraltro - oltre ad essere delle utili aggregazioni per fare “massa critica” - servono a condividere il know how, a completare l’offerta di mercato e - attraverso un capofila che di solito è un grande gruppo industriale - creare un “ombrello” alle aziende dell’indotto, per accompagnarne la crescita tecnologica e agevolarne le richieste di liquidità alle banche.

Quello delle reti di imprese è insomma un fenomeno promettente, che può rilanciare produttività e competitività delle imprese in un tessuto produttivo atomizzato come quello toscano, in cui ancora 95 aziende su 100 hanno meno di 10 addetti, e il 99,6% del totale ne ha meno di 50. Un modello che sta funzionando e che potrebbe certamente essere incentivato anche in altre regioni italiane.
TAG:  TOSCANA  IMPRESE  RETI D'IMPRESE  LAVORO  SVILUPPO  CRISI  INNOVAZIONE  ECONOMIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork