.
contributo inviato da team_realacci il 21 novembre 2011
Roma, 21 novembre 2011

“Ci auguriamo che quanto affermato oggi dal Ministro dell’Ambiente Clini per quel che riguarda la prevenzione dal dissesto idrogeologico sia un segno di discontinuità con il precedente Governo, che di fatto aveva praticamente azzerato le risorse, già insufficienti, per la messa in sicurezza del territorio. La prevenzione in quella gran parte  di territorio italiano a rischio frane e smottamenti è una priorità del paese, per la tutela dei cittadini e per non dover pagare poi prezzi altissimi in termini di vite umane e per affrontare le emergenze. Un segnale concreto in tal senso può arrivare con maggiori risorse per la protezione civile e allentando il patto di stabilità dei comuni, soprattutto quelli delle zone più a rischio, da dove si potrebbero recuperare parte delle risorse necessarie per la prevenzione dal dissesto idrogeologico”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, commentando le affermazioni del Ministro Clini oggi in occasione della Festa dell’albero.

Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  AMBIENTE  PREVENZIONE  TERRITORIO  GOVERNO MONTI  SEGNALE  DISCONTINUITÀ  DISSESTO IDROGEOLOGICO  RISCHIO  FRANE  SMOTTAMENTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork