.
contributo inviato da team_realacci il 16 novembre 2011
Roma, 16 novembre 2011
 
“In un Governo che riduce di molto gli incarichi, la nomina di una persona di alto profilo come Andrea Riccardi a capo di un Ministero per la cooperazione internazionale e l’integrazione è un fatto di grande importanza. Una decisa inversione di rotta rispetto al sostanziale azzeramento delle politiche della cooperazione che hanno segnato gli anni del Governo Berlusconi”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, commentando la nomina di Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, nell’esecutivo del Governo Monti.
 
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  GOVERNO  MONTI  NOMINA  RICCARDI  MINISTERO  COOPERAZIONE  INTERNAZIONALE  INTEGRAZIONE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork