.
contributo inviato da CARMEN2009 il 10 novembre 2011
 



Sembra proprio che durante la sessione di summit sul G20, mentre i leaders dibattevano su come evitare un'altra recessione, il presidente Berlusconi era immerso a contemplare la controparte maschile presente a Cannes. I suoi occhi si sono posati sul presidente argentino Cristina Fernandez de Kirchner, l' immancabile cinepresa ha colto lo sguardo languido del premier che adocchiava il primo ministro danese Helle Thorning-Schmidt.
Sembra proprio che nella testa del nostro premier a parte le donne e gli affari non ci sia posto per altro.
Silvio Berlusconi che occupa il 118° posto nella classifica degli uomini più ricchi del mondo, lascia la terza più grande economia europea in brandelli e con in eredità il quarto debito più grande del mondo.
Nel 1990, quando, per la prima volta Silvio Berlusconi si affacciò alla politica, vincendo le elezioni, l'Italia era uno dei paesi più ricchi dell'eurozona: deteneva il secondo PIL procapite d'europa, dopo la Germania. Tra il 2001 ed il 2008 l'Italia è scivolata dietro Gran Bretagna e Francia.
Mago della reinvenzione e re dei voltafaccia, Berlusconi per lungo tempo è stato visto come il leader più instabile d'europa e, nonstante tutto, è l'uomo che ha governato l'Italia per il periodo più lungo del secondo dopo guerra.
Berlusconi, dopo l'approvazione del patto di stabilità, lascia il potere ed al paese grandi problemi da risolvere e tanta strada da percorrere.
 

TAG:  G20  CANNES  LEADER  MINISTRO  SILVIO BERLUSCONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork