.
contributo inviato da verduccifrancesco il 6 novembre 2011

A quanto dice il presidente israeliano Shimon Peres,sembra che l’Iran sia vicino alla realizzazione della bomba atomica che,secondo Peres, gli mancherebbero ancora sei mesi per realizzarla. Ed è perquesto che Israele sta valutando seriamente la possibilità di un attaccoall’Iran.

Una guerra che potrebbe coinvolgere, oltre Israele eIran, anche i paesi islamici innescando un conflitto nel mediterraneo e, forse,anche oltre.

Per capire il pericolo di un’azione del genere, bisognaconsiderare   che, secondo il rapportodella britannica Basic (BritishAmerican Security Commission), le potenze nucleari (Stati uniti, Russia, Cina,Francia, Pakistan, India, Israele e corea del nord)  del mondo stanno incrementando la spesa permigliorare ed aumentare il loro armamento nucleare stanziando somme ingenti.

Inoltre, Israele, a quanto sembra, asuo tempo, realizzò, con l’appoggio della Francia, proprio quell’armamentonucleare all’insaputa della comunità internazionale diventando l’unica potenzanucleare in medio oriente e nord africa, che adesso vorrebbe impedire all’Iran.

Di fronte alla decisione di Israele, sorge spontanea unadomanda: perché si vuole impedire all’Iran di avere armi nucleari? Serve a impedire una eventuale guerra nucleare?

Considerando che alcune potenze nucleari come la Cina ela Corea del nord, ma forse anche il Pakistan, sono da sempre nemici naturalidell’occidente, una guerra nucleare rimane un opzione possibile in qualsiasimomento e che, il non verificarsi del conflitto dipende dall’equilibrioraggiunto dalle attuali due super potenze: Usa e Cina.

Pertanto, che l’Iran fornisca il suo armamentariomilitare di armi nucleari cambierebbe di poco lo scenario e la possibilità diuna guerra nucleare.

Ma allora perché Israele si accanisce al punto diminacciare un intervento armato?

È vero che l’Iran a più volte minacciato di distruggere Israele,ma che lo faccia con armi nucleari è improbabile se non impossibile. Impossibileperché, essendo Israele alleato con l’occidente, e in particolare con gli Usa,un attacco nucleare da parte dell’Iran sarebbe disastroso per se stesso – e,naturalmente, per il mondo intero.

Inoltre, avendo l’Iran l’appoggio della Russia – da cui aricevuto la tecnologia nucleare – ed essendo la Russia ancora un interlocutoreimportante per l’occidente, l’Iran dovrà concordare con essa l’uso di arminucleari, cioè, dovrà tener conto delle esigenze russe se non vuole trovarsi dasola nel conflitto. Senza contare, poi, i rapporti commerciali che l’Iran ha coni paesi dell’area medio e centro orientale e che rischierebbero dideteriorarsi.

Dunque, non ci sarebbe motivo di prevedere un uso dellearmi nucleari da parte dell’Iran nei confronti di Israele.

Si può, dunque, presumereche Israele voglia innescare un conflitto per giustificare la sua volontà dinon arrivare alla creazione di uno stato palestinese. Al riguardo si vedano lereazione di Israele di fronte alla decisione dell’ONU di riconoscere lo statopalestinese
TAG:  ISRAELE  IRAN  AGGRESSIONE  NUCLEARE 

diffondi 

commenti a questo articolo 6
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 marzo 2009
attivita' nel PDnetwork