.
contributo inviato da team_realacci il 3 novembre 2011
Roma, 3 novembre 2011

“C’è davvero da stare allegri. Il Ministro Prestigiacomo si accorge finalmente che il Governo di cui fa parte ha praticamente azzerato i fondi per la prevenzione dal dissesto idrogeologico. Neanche un consolatorio meglio tardi che mai può rendere migliore una situazione che ormai è diventata gravissima. Sono anni che denunciamo il taglio metodico e continuativo delle risorse destinate alla manutenzione del territorio, che dai già insufficienti 500 milioni stanziati dal Governo Prodi, sono state in sostanza annullate. Mentre ancora si scava nel fango per cercare i dispersi dell’alluvione ha colpito Liguria e Toscana, mentre la fragilità del territorio accresce con eventi meteorologici sempre più estremi, l’incapacità del Governo nel far fronte alle priorità del paese, come quella di mettere in sicurezza il territorio dal rischio frane e smottamenti, è diventata intollerabile”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, commentando le affermazioni del Ministro Prestigiacomo oggi nel corso dell’audizione in Commissione Ambiente del Senato.


Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  FONDI  PREVENZIONE  MESSA IN SICUREZZA  MANUTENZIONE  TERRITORIO  PREVENZIONE  DISSESTO  IDROGEOLOGICO  LIGURIA  TOSCANA  LUNIGIANA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork