.
contributo inviato da team_realacci il 3 agosto 2011

La Villa Arrigoni Muti di Grottaferrata trasformata in complesso residenziale con la scusa di lavori di ritrutturazioni. Presto un regolamento per la tutela delle ville di interesse artistico e architettonico

di Francesca Ragno 02/08/2011

La prestigiosa Villa rinascimentale Arrigoni-Muti di Grottaferrata rischia di essere trasformata dai proprietari in un complesso residenziale composto da una ventina di appartamenti, messi in vendita su un sito specializzato in vendite immobiliari.

Villa Arrigoni Muti è inserita nei circuiti culturali nazionali ed internazionali ed è stata fatta richiesta per essere inserita nel Patrimonio dell’Umanità delll’Unesco, ma la proprietà privata dell'immobile di un noto imprenditore rischia di farla diventare un semplice complesso residenziale.

La questione è arrivata anche in parlamento con un'interpellanza del deputato del PD Ermete Realacci al Ministro dei beni culturali Galan e secondo quanto annunciato dall'assessore all'Urbanistica del Comune di Grottaferrata Filippo Mevi il pericolo della distruzione della villa sembra essere scongiurato.

Verrà infatti presentato nel prossimo Consiglio Comunale ha riferito l'Italia dei Valori di Grottaferrata, il partito dell'assessore Nevi, il regolamento per la tutela degli edifici di interesse storico, ambientale ed architettonico, che ricomprende anche le “Ville Liberty”, di cui Grottaferrata è nota nel panorama nazionale. Il regolamento è frutto della collaborazione svolta tra l’amministrazione del Comune di Grottaferrata, con l’assessorato all’Urbanistica ed alla Sovraintendenza per i Beni e le Attività Culturali del Lazio.

Fonte: Roma Today
Autore: Francesca Ragno
2 agosto 2011
TAG:  VILLA  ARRIGONI  MUTI  GROTTAFERRATA  ABUSIVISMO  EDILIZIO  COMPLESSO RESIDENZIALE  RISTRUTTURAZIONE  INTERROGAZIONE  PARLAMENTARE  REALACCI  BENI CULTURALI  GALAN 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork