.
contributo inviato da team_realacci il 18 luglio 2011
Roma, 18 luglio 2011

“Il decreto su rifiuti così come formulato è insufficiente e inadeguato per riportare sul giusto binario la questione della Campania. Che sia insufficiente lo dimostrano i fatti, sono quindici giorni che è operativo e i rifiuti sono ancora per strada. Inadeguato perché non affronta i nodi centrali e lascia spazio a troppe incertezze. Per il Partito Democratico sono tre le questioni prioritarie. Per prima cosa dare piena responsabilità ai comuni che devono essere i garanti della raccolta e del trasporto, premiando quelli che già ottengono buone percentuali di raccolta differenziata. Poi responsabilità da tutte le regioni, sopratutto quelle dotate di impianti per smaltire i rifiuti campani e non solo quelle limitrofe come previsto dal decreto, che devono dimostrare solidarietà alla Campania per uscire dall’emergenza. E infine piena responsabilità dalla parte delle istituzioni e della politica campana a tutti i livelli che devono essere in grado una volta per tutte di avviare la strada della gestione ordinaria”, è quanto afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del PD, intervendo in Aula di Montecitorio nel corso dell’esame del decreto sull’emergenza rifiuti in Campania.


Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  RIFIUTI  EMERGENZA  NAPOLI  DECRETO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork