.
contributo inviato da Politik2008 il 1 luglio 2011

Cosa è che dà legittimità ad un governo, l'essere stato eletto dal popolo o il modo in cui governa? E se la sua legittimità la trae dal popolo perchè quando il popolo, col responso netto dei referendum e delle elezioni amministrative gli ha ritirato la fiducia, ingenuamente accordatagli a suo tempo, , questo governo non si è dimesso? E se anche traesse la sua legittimità dal modo in cui ha governato, tale legittimità non se l'è giocata da un pezzo, governando malissimo, peggiorando la condizione di milioni di italiani, facendo aumentare corruzione, disoccupazione e debito pubblico e mettendo una seria ipoteca, per i prossimi anni, sul benessere degli Italiani onesti che hanno sempre pagato le tasse ? Questo governo è, di fatto, illegittimo e abusivo. Inoltre è anche pericoloso perchè ogni giorno di più che resta aggrappato al potere fa peggiorare la crisi. In una situazione così l'opposizione dovrebbe ogni giorno chiederne, come un mantra, le dimissioni. Invece no. Dopo le arrabbiature e le corrette analisi politiche, intrise di timori per il futuro, di Bersani, il nulla. Se non addirittura la tentazione di Di Pietro di riposizionarsi dalle parti di Berlusconi. Se, come è prevedibile, le prossime elezioni le vincerà (il termine vincerà in una situazione così grave e incerta sembra ironico) il centrosinistra, questo ha tutto l'interesse a mettersi subito sulle spalle la croce del risanamento, delle riforme e della crescita, perchè ogni giorno che passa questa croce diventa più pesante. Capisco umanamente il probabile desiderio di Bersani di veder allontanarsi dalle sue labbra il calice amaro della crisi, ma il fiele di quel calice prima o poi dovremo berlo tutti e tanto vale berlo il prima possibile.

TAG:  GOVERNO  ELEZIONI  CRISI  RIFORME 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork