.
contributo inviato da Achille_Passoni il 14 giugno 2011


In base alle prime indicazioni fornite dall’Inps, è opportuno presentare immediatamente la domanda per ricevere i benefici previsti dalla norma sul pensionamento anticipato per chi svolge lavori particolarmente usuranti e faticosi. Il cosiddetto meccanismo di salvaguardia del decreto prevede infatti che, in caso di un numero di domande più elevato rispetto al numero preventivato, si stabilisca la priorità seguendo il criterio della data di maturazione dei requisiti e, a parità degli stessi, secondo il giorno di presentazione della domanda.

Attenzione dunque: meglio presentare subito la domanda, anche prima dell’emanazione del decreto con tutti i moduli definitivi da parte del Ministero del Lavoro.

Come riportato oggi dal Sole 24 Ore, l’Inps ricorda inoltre che la domanda va presentata all’istituto previdenziale presso il quale il lavoratore è iscritto entro il 30 settembre 2011, qualora il lavoratore abbia maturato o maturi i requisiti agevolati previsti entro il 31 dicembre 2011. Il termine si sposta invece al 1 marzo dell’anno di maturazione qualora i requisiti siano maturati a partire dal 1 gennaio 2012. La presentazione della domanda fuori da questi termini comporta un differimento del diritto al trattamento da un mese sino a tre mesi.
TAG:  LAVORO  PENSIONI  SENATO  SINDACATO  INPS  PREVIDENZA  LAVORI USURANTI  COMMISSIONE LAVORO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork