.
contributo inviato da team_realacci il 14 giugno 2011
Roma, 14 giugno 2011 
 
“Il clamoroso successo dei referendum impone un cambiamento drastico delle politiche del Governo. Dal no al nucleare deve partire una spinta alle “3 R”, risparmio energetico, ricerca, rinnovabili. Dal no alla privatizzazione dell’acqua una serie e attenta riforma delle politiche di gestione della risorsa idrica e in quest’ottica l’agenzia proposta dal Governo nel decreto sviluppo è solo un pannicello caldo. Va ritirata e profondamente modificata”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd commentando i risultati dei referendum.

Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  REFERENDUM  RISULTATI  4 SI  3 R  NO AL NUCLEARE  NUCLEARE  RISPARMIO ENERGETICO  RINNOVABILI  RICERCA  RISORSE IDRICHE  ACQUA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork