.
contributo inviato da CARMEN2009 il 1 giugno 2011
Ancora una volta l'Europa bacchetta l'Italia sulla crescita economica inadeguata e bassa, ed ancora una volta il nostro governo risponde con una nuova manovra correttiva che costerà al paese 35 miliardi di euro.
Dove saranno i tagli e quale categoria di cittadini ne subirà maggiormente le conseguenze ?
Noi, che abbiamo a cuore le sorti di questo paese, proponiamo di eliminare gli sprechi sulla spesa parlamentare e politica.
Prima iniziativa proposta: cancellazione della proposta di legge per aumentare i rimborsi elettorali ai partiti. La proposta, avanzata da un esponente del PD e sottoscritta da 58 onorevoli, ha un peso di 185 milioni di euro sulle casse statali, soldi che potrebbero essere utlizzati in altri contesti sociali e non per il clienterismo di partito.
In seconda istanza proponiamo che vengano aboliti i privilegi di cui gode la classe parlamentare. La tabella  pubblicata su repubblica in data 11/04/2011 la dice lunga su quali voci di spesa tagliare. La tabella afferma che Montecitorio ha rimborsato nel 2010 per cure sanitarie agli oneroveli, ai loro familiari e conviventi more uxorio(quest'ultima voce aggiunta è stata introdotta da Pierferdinando casini), ben 10 milioni e 117mila euro.
Ovviamente, le cure non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale ma da cliniche e studi privati, le cui salatissime parcelle sono a carico dei cittadini Italiani.
Tutto questo è anacronistico se pensiamo agli stipendi che percepiscono gli onorevoli in Italia: come è possibile che non siano in grado di pagarsi le spese sanitarie ?
Pensiamo che i soldi risparmiati dall'abolizione di questi ed altri privilegi possano essere spesi meglio se destinati alle strutture pubbliche di welfare.
E' vero che i soldi che si risparmiano sono una piccola goccia se confrontate all'oceano finanziario, ma bisogna pur iniziare.
Firmiamo anche noi all'abolizione dei privilegi Parlamentari.
TAG:  MONTECITORIO  FINANZIARIA  PROVILEGI  PARLMANTO  ONEROVOLI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2009
attivita' nel PDnetwork