.
contributo inviato da Candido Voltaire il 30 maggio 2011

E' andata ...

I ballottaggi di oggi hanno confermato la forte voglia di cambiamento dell'elettorato.

Certo, non si è trattato di un voto a valenza nazionale ma sicuramente nessuno si aspettava una così grande affermazione in tutti questi "simboli metropolitani", tra le più grandi città del Paese: Torino, un tempo città operaia e borghese al tempo stesso, che vive da alcuni anni un forte desiderio di rinascita culturale e sociale; Bologna, da sempre "cara" alla sinistra eppure mai così "in pericolo Lega" come questa tornata, e adesso Milano, da decenni il "feudo" degli interessi e dei poteri berlusconiani, oggi affidata a Pisapia dall'intero popolo del centrosinistra ma soprattutto da moltissimi cittadini e tradizionali elettori del centrodestra, e Napoli, dove una cittadinanza responsabile ha dimostrato la voglia di cambiamento riscattando decenni di malagestione e recuperando di slancio l'immagine di un centrosinistra che, quando vuole, sa voltare pagina ... e ancora la bellissima Cagliari, la prima volta in assoluto che si consegna alla sinistra, Novara, Trieste ... e tante altre ancora.

Ora restano da formulare le giuste, le più valide, strategie per il futuro ... forse, subito dopo i Referendum (da sostenere ventre a terra senza se e senza ma!), ci toccherà mobilitarci a breve per una nuova Grande Campagna elettorale nazionale (speriamo!) passando prima per la più naturale delle fasi pre-elettorali del CS: le Primarie di Coalizione che mai come ora hanno dimostrato la loro grande forza catalizzatrice e di rinnovamento dal basso, esigenza sentitissima dal nostro popolo.

Non sappiamo se questo possa accadere a breve oppure no, ma di certo il PD ha dimostrato oggi di poter affrontare, e bene, anche questa battaglia ...

TAG:  ELEZIONI  REFERENDUM  PRIMARIE  MILANO  TORINO  BOLOGNA  NAPOLI  CAGLIARI  NOVARA  TRIESTE 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
12 maggio 2011
attivita' nel PDnetwork