.
contributo inviato da team_realacci il 17 maggio 2011
Continua l'emergenza rifiuti a Napoli dove si sono verificati diversi incendi in varie strade della città con una trentina gli interventi dei vigili del fuoco la scorsa notte, tra città e provincia. In molti punti di Napoli, l'immondizia è stata sparpagliata lungo le carreggiate; segnalazioni, anche alla polizia, sono pervenute per corso Amedeo di Savoia, via don Bosco, via Pasquale Scura, viale Traiano a Soccavo.

Cumuli incendiati a Fuorigrotta e centro storico della città, come in via Santa Teresa degli Scalzi e via Monteoliveto, dove le fiamme hanno anche danneggiato la fiancata di un'automobile. Interventi dei vigili del Fuoco anche in provincia, in particolare a Melito e Casandrino.

Mille tonnellate ancora nelle stradedi Napoli
L'Ufficio flussi della Regione Campania ha intanto comunicato che alla mezzanotte di ieri le tonnellate di rifiuti che il Comune di Napoli ha conferito negli impianti regionali sono 1350. Alle ore 12 di oggi risultavano conferite altre 850 tonnellate e alla luce di questo dati, si stima una giacenza nelle strade pari a 1000 tonnellate. In alcune zone della città, come il corso Umberto I, sono otto giorni che non si preleva la spazzatura

Raccoltra straordinaria quotidiana
«Per ripulire Napoli ci devono assicurare la possibilità di scaricare negli impianti di trattamento o in discarica circa 1000 tonnellate di rifiuti da mezzanotte alle sei del mattino» - ha affermato il presidente dell'Asia, l'Azienda speciale igiene ambientale del Comune di Napoli, Claudio Cicatiello. Di questa istanza si è discusso ieri nel corso di un vertice tenuto tra Sap.Na (società provinciale di smaltimento), Asia e ufficio flussi della Regione Campania. Per i vertici dell'Asia a terra vi sarebbero giacenze per circa 3000 tonnellate di rifiuti: «Se ci consentono di avere i camion liberi per le prime ore del mattino - spiega Cicatiello - noi possiamo fare una raccolta straordinaria quotidiana per circa 300 tonnellate».

In provincia
I comuni della provincia continuano a conferire regolarmente i rispettivi rifiuti: recuperi considerevoli si registrano ad Afragola, dove sono state smaltite 115 tonnellate su una produzione di 80; Pozzuoli, che ne ha conferite 100, 20 in più della produzione quotidiana; Melito, che ne ha sversate 70 (e ne produce 45 al giorno); Casoria, che è riuscita a recuperare 30 tonnellate (ne produce 60 e ne ha conferite 90).

Fonte: il Sole 24 Ore
17 maggio 2011
TAG:  NAPOLI  EMERGENZA  RIFIUTI  INCENDI  SPAZZATURA  COMULI  STRADE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork