.
contributo inviato da Vincenzo10 il 12 maggio 2011

 

A me piace rileggere di tanto in tanto il Manifesto del Partito Comunista così come piace rileggere “I Promessi sposi” o anche “Storia della colonna infame”. Non ne posso fare a meno. Sono i libri che ho letto di più.
Oggi ricominciamo da Marx.
Anche contestualizzando la lettura del Manifesto, anche regolando l’ottica con cui viene giudicata la borghesia e il rapporto tra struttura e sovrastruttura resta in piedi una specie di teorema di Pitagora che connette il capitale, il lavoro e il profitto. In questo teorema si dimostra che il profitto è l’appropriazione di una fetta di lavoro trasformato in valore.
Quando la Banca d’Italia segnala che c’è un 10% delle famiglie che dispone del 45% della ricchezza, si può star certi che il 35% sono risorse espropriate al rimanente 90% della popolazione. Non ci piove.
Stando a sentire loro, i capitalisti, ciò è giusto perché non tutti siamo uguali. Ma tutti sappiamo che è una rapina attuata anche al di fuori della legalità se si pensa all’evasione fiscale, alle mafie e alla corruzione. Sappiamo anche che se tutto fosse perfettamente legale, i margini di profitto avverrebbero sempre espropriando il lavoro di una certa quota ( il netto 35% di cui sopra).
Che ciò avvenga perché il lavoratore è meno capace dell’imprenditore, o perché si accontenta o perché non vede una prospettiva diversa, non ha importanza alcuna rispetto al fatto in se e alla disuguaglianza economica che genera.  
Come se ne esce?
1) L’economia che passa nelle mani dello stato è una soluzione fallimentare ampiamente dimostrata dalla storia.
2) La partecipazione agli utili d’impresa. Non so che rispondere. Se la partecipazione è subordinata al maggiore azionista potrebbe essere un rimedio peggiore del male.
3) L’economia sociale potrebbe essere una risposta.
Non so come... ma se le cooperative fossero recuperate nel loro spirito primigenio, se fosse studiato il modo di far partecipare veramente i soci alle decisioni, se fossero veramente “no profit” forse avremmo trovato la quadra.
Forse.
TAG:  PITAGORA  LAVORO  CAPITALE  PROFITTO 

diffondi 

commenti a questo articolo 2
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 settembre 2010
attivita' nel PDnetwork