.
contributo inviato da Marco.Bonfico il 4 maggio 2011

PULSIONI SOCIALI NEI SISTEMI GLOBALI ECONOMICI

(Principio dei vasi comunicanti = Evoluzione spazio temporale a 360°)


Dopo un po' di silenzio devo ritornare sui sistemi economici globali per riordinare le idee e contestare metodi non accettabili di applicazione di un modello principio dei vasi comunicanti che non è quello che viene percepito negli articoli proposti su GOOGLE in quanto come esplicitato più volte la metodologia è diversa e tiene conto sia dei problemi economici che organizzativi.


Nell'Unione Europea sta avanzando un pericolo che è anche insito nella nostra nazione e che è la Lega Nord in quanto è un movimento che combatte sia l'immigrazione che l'attività frontaliera fra Stati Sovrani privilegiando interessi territoriali non consoni ai modelli socio economici attuali (Svizzera e Finlandia).


Un altro passaggio fondamentale è il riconoscimento della diminuzione del modello socio-economico americano come punto di riferimento come già esplicitato in tempi non sospetti e ben prima dell'abbattimento della tripla AAA non previsto nel breve periodo (Principi generali 7 aprile 2008, Modello di economia del 27 aprile 2008).


Pertanto quanto sta avvenendo è la sintomatologia dei processi innescati senza tenere conto delle necessità delle popolazioni nel nuovo ciclo storico dei fattori trainanti di un cambiamento non pianificato ma dalle conseguenze ineludibili


Da qui l'esplosione di richieste ed il successivo innalzamento delle pulsioni sociali che dimostrano la negligenza di favorire solo caste speculative.


L'economia come viene attualmente intesa non è il modello corretto, solo la pianificazione secondo schemi Top – Down portano alla soluzione dei problemi.


Ecco il motivo del passaggio di interessi globali in capo alla Cina e il conseguente svuotamento del peso politico – economico se non si interviene con piani mirati di riequilibrio di evoluzione spazio temporale a 360°.


L'aver contrastato gli interessi espansivi senza tener conto dell'inserimento nel proprio tessuto cellule propedeutiche allo svuotamento economico.



Da qui la perdita nostra di interessi territoriali e conseguenti riposizionamenti di nuove realtà BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) che spostano l'asse economico su altre realtà nel 2014 peseranno per il 61% della crescita mondiale.


Gli USA stanno raggiungendo il massimo del debito consentito dalla loro legge finanziaria 14.300 miliardi di dollari di cui 3.000 miliardi di riserve Cinesi e 4.000 dai BRICS questo significa che sono loro che determinano il valore reale.


La miopia dimostrata nel gestire i 27 paesi UE ha portato il debito pubblico sopra 80% del PIL, ora il nostro paese per raggiungere il famoso pareggio di bilancio nel 2014 dovrà ridimensionare la spesa del 7%, cioè dagli 801,8 miliardi di euro del 2010 ai 742,6 miliardi del 2011, questo comporterà che gli EE.LL. riceveranno 108,7 miliardi in meno nel 2011.


Ora in questa situazione dovremo aumentare le spese belliche, come ce la caveremo?

Basiano 4 maggio 2011

Marco Bonfico

TAG:  DIRITTI  LAVORO  PARTITO DEMOCRATICO  PD  SOCIETÀ  DS  MARGHERITA  ECONOMIA  VELTRONI  POLITICA INTERNA  WALTER VELTRONI  SCIENZA  PRIMARIE  DIREGIOVANI  PARTITODEMOCRATICO  FINANZA  SVILUPPO SOSTENIBILE  NEW MEDIA  TECNOLOGIE  LANUOVASTAGIONE  PDMARSICA  WALTERVELTRONI  PAOLO BORRELLO  ASSEMBLEA PD  LA FINANZA PUBBLICA  LA CITTÀ DEL SOLE  CITTÀ E TERRITORIO  LA RIFORMA DELLA POLITICA  ENERGIA E MUTAMENTI CLIMATICI  SOSTENIBILITÀ SISTEMA PAESE  FAREIMPRESA  L'INNOVAZIONE E LA QUALITÀ SOCIALE  IMPRESA E COMPETIZIONE  EFFICIENZA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE  PATTO GENERAZIONALE E SISTEMA PREVIDENZIALE  POLITICACULTURA  LA RIFORMA DELLE ISTITUZIONI  TELODICO A CHIARELETTERE  SOCIETÀ E RICERCA  FINANZA IMPRESA E GLOBALIZZAZIONE  ITALIA NASCOSTA  CINA INDIA E LE POTENZE EMERGENTI  CORRADO CUTRUFO  FABIO PIZZUL 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork