.
contributo inviato da avion il 29 aprile 2011
"Vi è un 'obiettiva sovraesposizione del Presidente del Consiglio, il quale oltre tutto, è direttamente parte nelle elezioni amministrative in quanto capolista a Milano".
E' quanto scrive in un comunicato, l' Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che ha esaminato, anche a seguito degli esposti presentati, i dati sul pluralismo politico relativi alla campagna elettorale in corso.
L' Agcom prende atto di uno squilibrio di informazione a tutto vantaggio della maggioranza e del Governo. Auspica che pur considerando la libertà editoriale dei singoli TG, venga posta maggiore attenzione alla rappresentazione equilibrata di tutti i punti di vista.
L' Agcom ha ribadito a tutti i telegiornali di attenersi con particolare rigore ai principi di completezza, correttezza, obiettività, equità ed imparzialità e parità di trattamento di tutte le liste e i soggetti concorrenti, fino alla fine della campagna elettorale, ricordando che non è consentito un uso di riprese televisive con presenza diretta, non giustificata, di membri del Governo o di esponenti politici.
L’Autorità, infine, con particolare riferimento alla trasmissione “Qui Radio Londra” del 19 aprile e alla trasmissione “Potere” del 18 aprile, ha richiamato la RAI ad assicurare un maggiore rispetto verso le Istituzioni.
TAG:  AGCOM  PLURALISMO  RAI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
23 giugno 2009
attivita' nel PDnetwork