.
contributo inviato da team_realacci il 28 aprile 2011
Roma, 28 aprile 2011

“La situazione dei rifiuti a Napoli continua ad essere disastrosa. I cumuli di spazzatura per le strade, i pericolosissimi incendi di rifiuti che liberano diossina nell’aria, l’esasperazione dei cittadini sono tutte prove evidenti dell’ennesimo fallimento di Berlusconi. Nonostante i ripetuti proclami propagandistici ad uso e delle telecamere la realtà è ben diversa e l’emergenza non è affatto risolta, a cominciare dalla questione degli impianti di smaltimento fino all’avvio di un corretto ciclo di gestione dei rifiuti”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd, commentando quanto sta accedendo a Napoli in queste ore.
“Ma c’è anche un altra Campania”, prosegue Realacci, “che dimostra con i fatti che un’altra strada è percorribile. Mentre Napoli soffoca sotto i cumuli di rifiuti, a Salerno proprio oggi viene inaugurato il primo impianto di compostaggio della regione, tra i più moderni e funzionali d’Europa. Un tassello fondamentale della buona gestione del ciclo dei rifiuti e che vede nella raccolta differenziata la via maestra. Perché è certo che se tutta la Campania avesse raggiunto i livelli di raccolta differenziata di Salerno, oggi oltre il 70%, l’emergenza rifiuti avrebbe avuto esisti ben diversi”.
 
Ufficio stampa On. Realacci
TAG:  RIFIUTI  NAPOLI  EMERGENZA  SPAZZATURA  STRADA  INCENDI  SALERNO  DIFFERENZIATA  COMPOSTAGGIO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork