.
contributo inviato da team_realacci il 21 aprile 2011

 La paura di perdere consensi elettorali unita alla certezza che il quorum sul referendum sarebbe stato raggiunto sono le vere ragioni che hanno fatto rimangiare al Governo la scelta nucleare. Una mossa per fare marcia indietro cercando di salvare la faccia. Ma il diavolo fa le pentole e non i coperchi. Le ragioni che stanno dietro ad una scelta vecchia, insicura, impopolare e antieconomica per l’Italia sono forti e sono sostenute da potenti interessi. Vigileremo perché questo dietro front non sia l’ennesimo trucco che il Governo riserva agli italiani”, lo afferma Ermete Realacci, responsabile green economy del Pd. “Ora”, prosegue Realacci, “a maggior ragione è il momento di e investire sulla ricerca, sul risparmio e sull’efficienza energetica, sulle fonti rinnovabili. Tutti campi in cui l’Italia può dare molto e che possono rappresentare il vero futuro per il nostro paese”.

 
 
TAG:  NUCLEARE  ELEZIONI  REFERENDUM  RINNOVABILI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork