.
contributo inviato da Marco.Bonfico il 12 aprile 2011

PER IL GOVERNO IL PRECARIATO E' BELLO

Per la Lega L'evasione


Da un dato certificato risulta che dal 1876 al 1976 sono emigrati per lavoro 24 milioni di italiani mentre ora siamo terra di immigrazione per circa 5 milioni pari al 8% e aumentano al ritmo di 400.000 annui.


Altro passaggio è l'ingresso nell'Unione Europea da 1° maggio di lavoratori provenienti dall'Est Europa (Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Estonia, Lettonia e Lituania).


Cosa significa questo: che dare e fornire forza lavoro sono parte integrante di un disegno complessivo dei contrappesi dei diritti-doveri di un governo che deve prevedere sbocchi socio-economici di integrazione.


Non è quello che è stato attuato nel corso del decennio passato, la legge n. 30/2004 e la n. 185/2010 autorizzano il precariato in ogni sua estensione e di fatto demandano ad altri soggetti il compito di selezionare la forza lavoro (caporalato).


Secondo una stima di Italia Oggi in 10 anni saranno cancellati dalla scuola 270.000 docenti mentre i precari attuali sono 240.000 e per completare i tagli della legge n. 112/2008 ne mancano ancora 30.000.


I termine del discorso sono che abbiamo oltre il 30% di giovani senza lavoro in quanto non vi sono approcci concreti scuola – lavoro in grado di preparare l'ingresso, da qui l'apprendistato dai 18 ai 29 anni che non applicato visto che sono solo il 3,7% degli ingressi mentre i vari co.co.co., co.co.pro., tempo determinato sono il 64,3% (totale precari circa 4 milioni) mentre il tempo indeterminato è solo il 23%.


Ora la maggioranza sono gli invisibili cioè non definibili in un progetto obiettivo di vita sociale, perciò il Professore Pietro Ichino propone contratti a tempo indeterminato con aumento di flessibilità e licenziabilità, naturalmente questo non vale per il corpo politico in generale.


Per risolvere il problema alla radice bisogna eliminare la corruzione e l'evasione come è dimostrato dalla Guardia di Finanza che nella sola Lombardia è del 8,2 miliardi nel 2010 mentre nel Veneto è intorno al miliardo.


Per inciso lotta da Big tra CIR e Fininvest e la Lega con sgravi precisi ad evasori totali.


Il problema Lega nei territori di confine ha portato alla vittoria la controparte Ticinese (Svizzera) che come primo atto decide fuori dalle scatole i frontalieri italiani, questa è la dimostrazione che non è partito di governo ma di protezioni ideologiche che stanno portando alla rovina del paese Italia.


Basiano 11 aprile 2011


Marco Bonfico

TAG:  DIRITTI  LAVORO  PARTITO DEMOCRATICO  PD  SOCIETÀ  DS  MARGHERITA  ECONOMIA  VELTRONI  POLITICA INTERNA  WALTER VELTRONI  SCIENZA  PRIMARIE  DIREGIOVANI  PARTITODEMOCRATICO  FINANZA  SVILUPPO SOSTENIBILE  NEW MEDIA  TECNOLOGIE  LANUOVASTAGIONE  PDMARSICA  WALTERVELTRONI  PAOLO BORRELLO  ASSEMBLEA PD  LA FINANZA PUBBLICA  LA CITTÀ DEL SOLE  CITTÀ E TERRITORIO  LA RIFORMA DELLA POLITICA  ENERGIA E MUTAMENTI CLIMATICI  SOSTENIBILITÀ SISTEMA PAESE  FAREIMPRESA  L'INNOVAZIONE E LA QUALITÀ SOCIALE  IMPRESA E COMPETIZIONE  EFFICIENZA AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE  PATTO GENERAZIONALE E SISTEMA PREVIDENZIALE  POLITICACULTURA  LA RIFORMA DELLE ISTITUZIONI  TELODICO A CHIARELETTERE  SOCIETÀ E RICERCA  FINANZA IMPRESA E GLOBALIZZAZIONE  ITALIA NASCOSTA  CINA INDIA E LE POTENZE EMERGENTI  CORRADO CUTRUFO  FABIO PIZZUL 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork