.
contributo inviato da Stefano51 il 29 marzo 2011

Un paese dove in coincidenza di elezioni (locali: un quarto dell'elettorato) il governo decide di far tacere l'informazione e il dibattito politico, non è un paese democratico. Questo di Berlusconi è un regime di fatto, il cui veleno è stato inoculato lentamente per assuefare la popolazione. Ma sempre regime resta, e anzi tende a consolidarsi. Un regime non si può combattere con le elezioni, perchè - siatene certi - al momento opportuno metterà le mani anche lì. Siamo il paese più vecchio del mondo e i nostri giovani sono stati ampiamente colonizzati dal cavaliere. Quando fra vent'anni saranno meno giovani si mangeranno le mani ma non potranno farci più nulla. Perciò tocca a noi, padri e nonni, muoversi. Questo è un regime e in quanto tale va rovesciato. Tenere la popolazione nell'ignoranza dei problemi nonn farà che accrescerli, occorre agire subito.

Servono i comitati di liberazione nazionali, non servono più i partiti.

Stefano Olivieri

http://democraticoebasta.ilcannocchiale.it

TAG:  REGIME 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork