.
contributo inviato da team_realacci il 24 marzo 2011
"Pesca illegale sostenuta con i fondi pubblici europei. Suona strano ma è così: un fiume di denaro finito in mare aperto, proprio dove non avrebbe dovuto. Oltre 26 milioni di euro, dal 1994 al 2010, elargito a favore di oltre 130 pescherecci - italiani, francesi e spagnoli - che in molti casi erano già stati sanzionati per infrazioni gravi. Come offrire sussidi a chi è stato condannato per furto. Oltre novanta organizzazioni ambientaliste, tra cui Wwf, Greenpeace, il Gruppo Ambiente Pew e la coalizione Ocean 2012, hanno consegnato una lettera aperta al Presidente Jose Luis Barroso, affinché la Commissione europea intraprenda azioni concrete verso un’abolizione dei sussidi dannosi per l’ambiente". Un fenomeno denunciato anche dall'On. Realacci con diverse interrogazioni parlamentari. Parla di tutto questo l'articolo di Stefano Rodi pubblicato sul Corriere della Sera di martedì 22 marzo 2011.

Per leggere l'articolo nella sua versione integrale segui il link
TAG:  PESCA. ILLEGALE  FINANZIAMENTI  PUBBLICI  EUROPEI  PESCA  FRODO  FERRETTARE  SPADARE  RETI DERIVANTI  RELACCI  INTERROGAZIONI PARLAMENTARI  LETTARA  90 ASSOCIAZIONI  CORRIERE DELLA SERA  STEFANO RODI 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
26 gennaio 2009
attivita' nel PDnetwork