.
contributo inviato da torquemada58 il 23 marzo 2011
Nel corso delle indagini relative al "Rubygate", gli accertamenti bancari sul conto corrente di Berlusconi, il numero 1.29 presso la Banca del Monte dei Paschi di Siena, avrebbero evidenziato un notevolissimo movimento di denaro contante, ne riferisce il quotidiano “La Repubblica” in data 17.03.2011 :

[ …] Tuttavia, se si guarda a quanto denaro contante ogni mese muove Silvio Berlusconi si rimane stupiti. Non usa troppi bonifici, il Cavaliere. Forse non se ne fida. Nemmeno negli assegni o nelle carte di credito ha fiducia. Il Cavaliere firma al suo ragioniere, Giuseppe Spinelli, un assegno e Spinelli nello stesso giorno lo negozia con un'operazione "cambio assegni". Le cifre sono importanti e, se nel 2009 hanno raggiunto i sette milioni 675 mila euro, nel 2010 hanno superato i 12 milioni e 880 mila euro. Le tranche mensili sono molto variabili. Oltre il milione in gennaio, aprile, maggio. Vicino al milione in luglio, settembre e ottobre. Meno di ottocentomila euro in febbraio, marzo e giugno. Un modesto 344 mila euro in agosto e un'impennata a fine anno: un milione e 496 mila euro a novembre e addirittura 2 milioni e 555 mila in dicembre. Assegni per 250 mila, 300 mila euro. [ …]

Dal 31 maggio del 2010, in base alle nuove norme antiriciclaggio varate proprio dal Governo Berlusconi,  il trasferimento di denaro contante per un importo pari o superiore a 5000 Euro è vietato, se ne deve dedurre che il Presidente del Consiglio nel bimestre novembre-dicembre 2010, tanto per fare un calcolo ipotetico, dovrebbe aver fatto come minimo 810 pagamenti da 4999 Euro con un resto di 1810 Euro oppure ha speso solo i contanti prelevati in novembre facendo come minimo 299 pagamenti e si è tenuto il resto dei contanti in cassaforte oppure tutti i contanti sono ancora nella disponibilità del Presidente del Consiglio.

Se così non fosse, allora vuol dire che il Presidente del Consiglio ha violato più volte la legge e lo ha fatto di sicuro in almeno un caso, quando nel settembre 2009 ha dato 7000 Euro in contanti alla Ruby, che allora aveva 16 anni. E' proprio la Ruby che lo ha riferito : "La prima volta ho ricevuto 7000 euro".

Il vicepresidente dei senatori del Pd Luigi Zanda aveva già presentato in febbraio un’ interrogazione urgente al Ministro Tremonti sulla questione in oggetto ma non saprei dire se il Ministro si è degnato di dare una risposta, rimane il fatto che il Presidente del Consiglio vìola le sue stesse leggi, non vorrei che soffrisse anche lui della stessa sindrome di cui soffre il dis-onorevole Berruti, ovvero "una preoccupante inclinazione a delinquere"


P.S. Aggiornamento del 24.03.2011 ore 8:56
Secondo quanto riferisce "La Repubblica" di oggi, dal portatile della Ruby sarebbero stati recuperati dei dati e in un  file la ragazza avrebbe scritto "La prima volta mi diede un collier e 46 mila euro".





© Edoardo Baraldi

La banda degli onesti



TAG:  BERLUSCONI  MANICOMIO  ERGASTOLO  ALCATRAZ  CAMICIA DI FORZA  41BIS  MANETTE  BROMURO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 giugno 2010
attivita' nel PDnetwork