.
contributo inviato da Achille_Passoni il 16 marzo 2011


A volte la verità è talmente evidente da essere sotto gli occhi persino di chi la nega tutti i giorni, evidentemente in malafede. Persino un Governo a “trazione leghista” come questo ha dovuto ammettere l’innegabile: l’Italia ha bisogno di più immigrati. Per la precisione, secondo la Direzione generale dell’immigrazione del Ministero del Lavoro, il fabbisogno medio annuo del nostro Paese tra il 2011 e il 2015 è pari a circa 100mila unità, mentre nel periodo 2016-2020 dovrebbe salire a circa 260mila. Numeri chiari dunque, che smentiscono in un batter d’occhio tutta la politica sull’immigrazione portata avanti sinora dal Governo.

E così, mentre il Ministro Maroni e tutto lo stato maggiore leghista tuonano contro l’ondata “biblica” di immigrazione che potrebbe arrivare dalle coste del Nord Africa, un rapporto del Ministro Sacconi conferma quello che l’opposizione sostiene da anni: la popolazione in età attiva è in drammatico calo, e invece di continuare a ripetere che gli immigrati sono una minaccia, sarebbe molto più saggio predisporre delle politiche per accogliere, integrare e selezionare in modo non discriminatorio la forza lavoro di cui avremo bisogno nei prossimi anni. 

Le cifre indicate dal report del Ministero- forza lavoro italiana in calo di oltre 1,5 milioni di unità nei prossimi dieci anni - non mentono: la verità è che accogliere civilmente le persone che vengono a cercare lavoro nel nostro Paese e dar loro strumenti per integrarsi non è soltanto un atto umanitario, ma soprattutto una strategia vincente per il futuro. E’ sempre più evidente, dunque, che ciò di cui abbiamo bisogno non sono gli slogan leghisti e la politica fallimentare dei respingimenti, ma un piano a lungo termine di governo del fenomeno migratorio che sappia conciliare esigenze umanitarie, condizioni di vita decenti per chi migra nel nostro Paese e il fabbisogno del nostro mercato del lavoro. 

E’ possibile dunque prendere atto di come stanno veramente le cose, abbandonare la sterile e odiosa retorica xenofoba leghista e occuparci con serietà della questione immigrazione una volta per tutte?
TAG:  LAVORO  IMMIGRAZIONE  SACCONI  MARONI  LEGA   

diffondi 

commenti a questo articolo 5
commento di magnagrecia inviato il 18 marzo 2011
"un rapporto del Ministro Sacconi conferma quello che l’opposizione sostiene da anni: la popolazione in età attiva è in drammatico calo"

Il mediocre e "talebano" ministro Sacconi ha fatto l'ennesima affermazione infondata, almeno nel breve-medio termine: il tasso di occupazione italiano (v. Nota 17 della Lettera di PDnetwork) è al 57%, tra i più bassi d’Europa (circa 23 milioni), mentre gli inattivi sono quasi 15 milioni (5 milioni di maschi e 10 milioni di femmine , la più parte al Sud).

A parte questo, il motivo principale della necessità degli immigrati è nell’estrema esigenza di elevare il livello dello “spirito positivo” del Paese, immettendo - con l'innesto di gente tosta e spesso più sorridente - linfa nuova nel corpo vetusto ed ormai quasi esausto del popolo italiano.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
4 marzo 2010
attivita' nel PDnetwork